Svizzera, 06 giugno 2019

Il Parlamento rilancia la questione della chiusura notturna delle dogane

Il Consiglio degli Stati ha deciso, su proposta di Filippo Lombardi ha deciso - per 25 voti a 13 - di non archiviare la mozione della leghista Roberta Pantani che chiede la chiusura del valichi secondari durante la notte. Questo nonostante il parere contrario sia del Consiglio federale che della Commissione della politica di sicurezza,

L'atto parlamentare della consigliera nazionale Pantani,  presentata nel 2014 e approvata allora dal Parlamento, aveva spinto il Consiglio federale a chiudere, quale test pilota, tre valichi di frontiera ticinesi per sei mesi dello stesso anno. Test pilota che il governo aveva ritenuto insoddisfacente e portato a lasciar perdere la misura.

Nonostante l'azione limitata, c'erano comunque state rimostranze da parte dell'Italia. Il governo italiano aveva infatti convocato l'ambasciatore svizzero, Giancarlo Kessler, per chiarimenti e ciò anche se la Svizzera aveva informato la controparte italiana già l'anno prima dell'intenzione di sperimentare lo sbarramento dei valichi di Novazzano-Marcetto, Pedrinate e Ponte Cremenaga dalle 23.00 alle 05.00.

Lo scorso dicembre, sollecitato dalla stessa Pantani visto l'acuirsi della situazione sul fronte della criminalità nel Mendrisiotto, con rapine ai bancomat durante la notte, proprio nelle vicinanze di valichi secondari, il Consiglio federale aveva risposto picche per bocca di Ueli Maurer a una nuova chiusura. Al posto di questa misura, Maurer aveva affermato di voler dotare i posti di confine di barriere, barriere che possono essere abbassate in caso di necessità, ad esempio quando la polizia organizza una ricerca. Tale scelta, aveva dichiarato il consigliere federale, si basa sul fatto che gli sbarramenti notturni hanno avuto un debole impatto sul tasso di criminalità transfrontaliera. Inoltre, i posti di frontiera sono stati dotati di telecamere per la sorveglianza dei conducenti al momento del loro passaggio.

All'origine di questa decisione dell'esecutivo vi sono anche ragioni politiche. Da colloqui con l'Italia è infatti emerso che una chiusura notturna dei confini potrebbe ripercuotersi negativamente sulla buona collaborazione nell'ambito della sicurezza dei confini e della migrazione.

Parte di queste argomentazioni sono state ripetute oggi in aula sia dal cancelliere della Confederazione, Walter Thurnherr, che dal "senatore" Josef Dittli (PLR/UR) a nome della Commissione della politica di sicurezza degli Stati. Entrambi hanno sostenuto che il problema criminalità in Ticino non sarebbe così acuto.

Ma per Lombardi il problema non è risolto, vista la recrudescenza dei colpi messi a segno negli ultimi mesi a danno di bancomat ubicati a sud del Ticino (Coldrerio, Arzo e Stabio) vicino al confine.
Per il ticinese - che ha rammentato la mozione del granconsigliere PPD Giorgio Fonio "Il Mendrisiotto non è un Bancomat" firmata anche da Maurizio Agustoni e Luca Pagani - , un'eventuale chiusura dei valichi non va vista come un atto ostile nei confronti dell'Italia, anche perché il testo di Pantani chiede che un simile provvedimento venga adottato in collaborazione con le autorità della Penisola.

Il deputato PPD ha anche fatto notare che le autorità italiane prendono decisioni simili senza farsi troppi problemi, come accade col valico secondario di Maslianico durante le ore notturne.

Guarda anche 

"Le vere alleanze vincono!"

"Un grande risultato" così commenta la Lega dei Ticinesi, in un comunicato stampa trasmesso ai media, dopo l'elezione di Marco Chiesa (UDC) al ballot...
17.11.2019
Ticino

Ballottaggio Consiglio degli Stati: Eletti Marco Chiesa e Marina Carobbio

Saranno Marco Chiesa e Marina Carobbio i prossimi rappresentati del canton Ticino al Consiglio degli Stati. L'UDC e il PS sono quindi riusciti a togliere a PLR e P...
17.11.2019
Ticino

Ballottaggi per gli Stati: Sorpresa a Vaud, i Verdi tolgono seggio al PS (e a Ada Marra)

Oggi tre cantoni romandi, Ginevra, Vaud e Friborgo, eleggevano i loro rappresentanti al Consiglio degli Stati. Se a Ginevra non ci sono state sorprese, con la Verde Lisa ...
10.11.2019
Svizzera

Ignazio Cassis "ragazzo immagine" del ticket Lombardi-Merlini

Puntano su una presunta popolarità del Consigliere federale Ignazio Cassis i candidati al Consiglio degli Stati Filippo Lombardi e Giovanni Merlini per aumentare l...
03.11.2019
Ticino