Svizzera, 20 maggio 2019

Doppio sì alle urne, UE soddisfatta "ma non ci saranno concessioni"

L'UE ha accolto con soddisfazione il risultato delle votazioni federali svoltesi ieri in Svizzera. Tuttavia Bruxelles non farà nessuna concessione alla Confederazione sull'accordo quadro in seguito ai due "sì" scaturiti dalle urne, ha dichiarato oggi un portavoce della Commissione europea.

Gli Svizzeri hanno accolto ieri sia la revisione della legge sulle armi sia il progetto di riforma fiscale e finanziamento dell'AVS (RFFA), oggetti legati all'UE a causa di Schengen nel primo caso, e per gli status fiscali eccezionali attribuiti dalla Svizzera a certe imprese nel secondo. Prima dello scrutinio la Commissione europea aveva chiaramente sottolineato di attendersi che "il Consiglio federale approvi l'accordo quadro negoziato tra la Svizzera e l'UE nel novembre scorso". Da diverse parti in Svizzera però voci si erano sollevate per chiedere ulteriori negoziazioni, fra cui la commissione per l'economia del Consiglio nazionale, la quale ha recentemente presentato una mozione in tal senso (vedi qui).

"Non vediamo che cosa si potrebbe ancora negoziare. Tutti gli Stati membri dell'UE sostengono d'altronde questa posizione", ha aggiunto il portavoce, precisando che "ora è possibile che l'accordo sia mandato in porto entro la fine dell'estate".

Per quel che riguarda la rimozione della Svizzera dalla lista grigia dei paradisi fiscali in seguito all'accettazione della riforma sull'imposizione delle imprese, il portavoce ha indicato che "ciò è di competenza degli Stati membri".

Guarda anche 

Licenziato dall'Ocst per "scarsa produttività", "sindacati peggio dei più beceri datori di lavoro"

Licenziato dopo 22 anni di servizio per "scarsa produttività". Fin qui non ci sarebbe niente di particolarmente strano, se non fosse che il datore di lav...
18.09.2019
Ticino

Milano, accoltella un militare alla stazione Centrale urlando "Allah akbar!"

Nella mattinata di oggi, martedì, un cittadino dello Yemen ha aggredito alle spalle un militare davanti alla stazione centrale di Milano, pugnalando...
17.09.2019
Mondo

Ex funzionario condannato per abusi sessuali, "Si apra un'inchiesta"

“Ieri in Gran Consiglio, con il collega Boris Bignasca, abbiamo chiesto il rinvio sulla decisione delle nomine nel Consiglio di Amministrazione dell’ACR. Il m...
17.09.2019
Ticino

AlpTransit, Cossi/Condotte e un appalto da 138 milioni. Quadri: "Imposte non pagate?"

L’azienda italiana Cossi/Condotte Spa ha ottenuto nel 2013 da AlpTransit Gottardo SA il lotto “Armamento ferroviario e logistica” della galleria di base...
17.09.2019
Ticino