Svizzera, 23 gennaio 2019

Il terrorista rosso pubblica contenuti sulla rivista svizzera di criminologia, Quadri: "Indecente"

L'ex brigatista Alvaro Lojacono Baragiola si è rifatto una vita in Svizzera. Questo, ormai, lo sanno tutti. Nella nostra Nazione non solo lavora all'Università di Friburgo, ma pubblica contenuti anche per la rivista svizzera di Criminologia.

Ad essersene accorto, spulciando tra gli archivi della RSC, e renderlo noto tramite Facebook è stato Lorenzo Quadri, che pubblica una foto del contributo scritto da Baragiola dal titolo "la dialettica della paura".

"Il terrorista rosso – scrive Quadri su Facebook – pubblicava pure pomposi contributi sulla rivista svizzera di criminologia, neanche fosse un grande luminare. Magari col plauso degli intellettualini dell'area politica giusta. Il tutto sotto l'egida del Dipartimento federale di giustizia...Quello che adesso dovrebbe attivarsi per riconsegnare Lojacono al Belpaese".

E ancora: "Se Lojacono fosse stato un terrorista di destra – continua - sarebbe scoppiato uno scandalo di proporzioni immani. Invece adesso si mobilitano pure i legulei per difendere il presunto diritto di questo pluriassassino di restare in Svizzera. Mentre il diretto interessato (quanti morti ha sulla coscienza?) pretende pure di calare lezioni di umanità. Indecente...".

Guarda anche 

Si esamina la revoca della nazionalità per gli Jihadisti elvetici

Cifre sicure non ce ne sono ma, secondo quanto riporta la Neue Zürcher Zeitung, delle venti persone partite dalla Svizzera per la Jihad e ancora presenti nelle zone ...
22.02.2019
Svizzera

Carnevale da incubo per una 19enne: nel drink le mettono la droga dello stupro

Nina, 19enne di Basilea, probabilmente ha chiuso con il carnevale. Durante i festeggiamenti a Rheinfelden (Germania), alla ragazza è stata messa a tradimento la dr...
22.02.2019
Svizzera

Secondo un sondaggio Ignazio Cassis è il Consigliere federale che sta più antipatico agli svizzeri

Stando a un sondaggio effettuato dall'istituto sotomo pubblicato dalla SSR, il Consigliere federale Ignazio Cassis sarebbe il Consigliere federale che risulta meno si...
22.02.2019
Svizzera

Referendum contro la direttiva UE sulle armi, la lotta al terrorismo diventa “lotta agli abusi”

In un comunicato pubblicato ieri la Comunità d'interesse del tiro svizzera (CIT) denuncia come, per il Consiglio federale, l'adozione della direttiva UE su...
22.02.2019
Svizzera