Ticino, 16 gennaio 2019

Dissimulazione del volto, durante manifestazioni politiche e per motivi pubblicitari ci si può 'mascherare'

Il Consiglio di Stato ha approvato una modifica alla Legge cantonale sull’ordine pubblico e alla Legge sulla dissimulazione del volto negli spazi pubblici, allineandosi alle indicazioni del Tribunale federale. I due testi di legge prevedono ora un elenco più completo di eccezioni al divieto di coprirsi il viso in pubblico, una pratica che deve essere ammessa in particolare nel caso di manifestazioni di carattere politico o per motivi commerciali o pubblicitari.

Lo scorso 20 settembre il Tribunale federale aveva accolto parzialmente due ricorsi, limitatamente al tema delle eccezioni al principio del divieto di coprirsi il viso in pubblico, invitando il Cantone Ticino a completare le proprie norme. Per rendere compatibile la legislazione cantonale con i diritti costituzionali delle libertà di riunione e opinione e della libertà economica, il Tribunale federale ha giudicato necessario ampliare l’elenco delle eccezioni.

Il Tribunale federale è dell’opinione che le norme vigenti non conferiscono alle autorità un margine sufficiente nella loro applicazione e ha pertanto chiesto – anche per ragioni di sicurezza giuridica – di completare e precisare l’elenco di eccezioni. Alla luce di queste indicazioni, il Consiglio di Stato ha completato l’elenco delle eccezioni contenuto nelle due leggi, in modo da evitare un divieto troppo rigido e difficile da attuare e che talvolta potrebbe sfociare in una restrizione inammissibile delle libertà di riunione e opinione e della libertà economica.

È stato così incluso nel testo normativo, in modo esplicito, il permesso di coprirsi il volto durante manifestazioni politiche o per motivi commerciali o pubblicitari, quando non sono messi in pericolo l’ordine e la sicurezza pubblici.

Con questa modifica il Cantone fornisce ai Comuni un testo chiaro, più semplice da applicare nella realtà quotidiana. Il Governo ritiene inoltre di avere risposto adeguatamente ai dubbi contenuti nei ricorsi, redigendo un nuovo testo legale sufficientemente completo e non soggetto a equivoci.

Guarda anche 

Infermiere arrestato, svolta nell'inchiesta: è accusato di omicidio intenzionale

Nell'ambito del procedimento penale per sospetti maltrattamenti in danno di alcuni pazienti del reparto di Medicina 1 dell'Ospedale regionale di Mendrisio, il Min...
22.02.2019
Ticino

A scuola con la pistola, "solo una bravata"

"Una bravata". Niente di più, niente di meno. È così che ha commentato il direttore dell'Elvetico don Claudio Cacioli al Corriere ...
22.02.2019
Ticino

Lugano, bambino di quinta elementare a scuola con una pistola vera

Ha dell'incredibile quanto successo nella giornata di lunedì all'Istituto Elvetico di Lugano. Come riferisce la RSI, un bambino di quinta elementare ha por...
21.02.2019
Ticino

Incidente sul lavoro a Rancate, morto l'operaio

La Polizia cantonale comunica che oggi poco prima delle 13 vi è stato un grave infortunio sul lavoro presso un'azienda in via Alla Rossa a Rancate, attiva nel ...
21.02.2019
Ticino