Sport, 30 dicembre 2018

Levante-Sadiku-Lugano: da Valencia tutto tace

Il club iberico non è voluto intervenire sulla trattativa che potrebbe riportare l’attaccante albanese a Cornaredo

VALENCIA (Spagna) – Il telefono squilla, le domande sono state sottoposte a chi di dovere, ma per ora tutto tace: da Valencia in questo momento non si vuole parlare della possibile trattativa che potrebbe riportare Armando Sadiku a Lugano a partire da gennaio.

L’attaccante albanese già in estate era finito ai margini del progetto del Levante, il suo futuro sembrava ormai lontano dalla Liga, prima che un serio infortunio al ginocchio lo fermasse per sei mesi. È cambiato qualcosa in questo lasso di tempo? Non proprio. Sadiku sta recuperando dal problema all’articolazione, sta tornando in forma e di conseguenza ha voglia di giocare. Dove? Lugano sicuramente sarebbe una meta appetibile per lui che in Ticino, e sulle rive del Ceresio, ha sempre fatto benissimo e ha lasciato un gran ricordo ricamato da tantissimi gol.

Il Lugano lo vorrebbe in prestito per sei mesi. I bianconeri ovviamente non vorrebbero sborsare
una cifra enorme – il suo valore di mercato in questo momento si aggira intorno ai 700'000 € - e resta in attesa di una risposta da parte del Levante. Quella risposta che, nonostante i diversi tentativi, non è arrivata a noi dal club iberico.

L’altra domanda che in molti potrebbero porsi è: ma Sadiku è adatto al gioco del Lugano? Come detto anche dal presidente Renzetti, “Armando non è un giocatore da ripartenze, ma un attaccante d’area”. E quindi? Quindi Sadiku sarebbe probabilmente il centravanti ideale: non sarà forse un attaccante di pura verticalizzazione, ma le sue sgroppate, i suoi gol in coppia con Alioski li abbiamo tutti ancora negli occhi. Con Bottani, Junior o Gerndt potrebbe fare faville: il Lugano in area ci arriva spesso con una certa regolarità, ma manca nella stoccata finale. Quella stoccata che è pane per i denti del 27enne di Elbasan…

Guarda anche 

SONDAGGIO – Addio a Habisreutinger: chi al suo posto?

LUGANO – Il terremoto sportivo messo in atto dall’HCL negli scorsi giorni ha creato una voragine sia nello staff tecnico che in quello dirigenziale. Con gli a...
26.03.2019
Sport

Cornaredo a tinte nerazzurre: in estate ci sarà l’Inter

LUGANO – Niente montagne, niente Trentino e soprattutto niente Pinetina: l’Inter quest’estate resterà senza il proprio quartier generale per prep...
25.03.2019
Sport

“Il titolo del 2006 resterà per sempre nel mio cuore”

LUGANO - Indomito, stoico, lottatore, “vecchio leone': è lui, è Sebastien Reuille, 12 anni con la maglia dell’HC Lugano (a pa...
25.03.2019
Sport

Primo tempo da dimenticare, poi la Svizzera cambia marcia

TBLISI - Chi pensava che la Georgia potesse davvero impensierire la Svizzera nella prima partita di qualificazione agli Europei del prossimo anno è stato serv...
24.03.2019
Sport
x