Mondo, 30 novembre 2018

Via Gesù dalla canzone di Natale, ma una bambina si ribella e lancia una raccolta firme

C'è voluta una raccolta firme dei bambini per rimettere "Gesù" nella canzone di Natale. Gli insegnanti avevano deciso di togliere il nome di Gesù dalla canzone "Natale in allegria" per "non offendere" gli alunni non cristiani che frequentano l'istituto. È successo in una scuola elementare di Riviera del Brenta, in Veneto. La decisione degli insegnanti aveva indignato una bambina di dieci anni che frequenta la quinta elementare che allora ha preso carta e penna e ha promosso una petizione tra i suoi compagni che hanno tutti firmato la proposta, fino a convincere i docenti a rivedere la loro decisione. E così il buonsenso dei piccoli ha convinto le maestre, costrette a ripensarci e
la canzone verrà quindi recitata nella sua versione originale.

Il caso era stato sollevato dal consigliere regionale della Lega, Alberto Semenzato, al quale la bambina ha scritto per raccontare la sua storia. “Secondo la bimba – si legge sul sito di Semenzato - togliere quel Gesù in cui crede non sarebbe stato giusto”. È merito suo, ha quindi aggiunto l'esponente leghista, “se i bambini quest’anno potranno cantare la loro canzone che parla di Gesù”. “Il tuo gesto serva per adulti e bambini, perché sono i piccini come te che con la loro innocenza e coerenza, possono ancora insegnarci il valore del Natale”, ha scritto Semenzato in un post su Facebook.

Guarda anche 

La Svizzera verserà 20 milioni di franchi all'Italia per gestire i migranti

La collaborazione tra Svizzera e Italia non è delle migliori, in particolare se si pensa che Roma si rifiuta di rispettare gli accordi di Dublino per il trasferime...
19.05.2024
Svizzera

“Sogno ancora la NHL: prima però voglio i playoff”

BOLZANO (Italia) - La scorsa settimana si sono tenuti a Bolzano i Mondiali di hockey del gruppo B, durante i quali ha esordito con la maglia azzurra l’attaccan...
17.05.2024
Sport

“Tadej Pogacar è il favorito, ma occhio alle imboscate”

LUGANO - Mauro Gianetti, il CEO della UAE Emirates, la squadra di Tadej Pogacar, è fiducioso. “Sappiamo bene che lo sloveno è il gra...
07.05.2024
Sport

L'italiano non è più la terza lingua più parlata in Svizzera

Tre quarti della popolazione svizzera vive oggi in aree urbane, rispetto a un terzo 100 anni fa, indica la Statistica delle città svizzere. Tra le lingue più...
24.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto