Mondo, 29 ottobre 2018

Picchia la moglie perchè convertita al cristianesimo

Avrebbe picchiato la moglie fino ad aprile dell'anno scorso (quando si era già stabilita con un conoscente), perchè si era convertita al cristianesimo e, secondo lui, si comportava con atteggiamenti troppo liberali e indipendenti. Lo riferisce il Corriere di Bologna.

La polizia italiana ha aperto un'inchiesta contro un marocchino di 43 anni residente a Soliera, in provincia di Modena, per il quale si presume il reato di violenza domestica. L'uomo, con una condotta violenta ripetuta nel tempo, avrebbe causato alla donnaonna sofferenze fisiche e psicologiche. A gennaio, in seguito a una richiesta di acquisto di un paio di scarpe nuove da suo figlio durante una lite, il 43enne presumibilmente lo colpì con un pugno sulla schiena e si gettò quindi contro il bambino. minore che era intervenuto per la difesa della madre, colpendolo con uno schiaffo in faccia.

La donna, dopo quest'ultimo episodio, si era trasferita da un conoscente il quale a sua volta è stato oggetto di minacce da parte del 43enne, minacciandolo anche di morte. La madre e il figlio sono quindi stati trasferiti in una struttura protetta.

Guarda anche 

"Vedere la prima testa mozzata non mi ha affato colpita", jihadista "britannica" non si pente di essersi unita all'ISIS (ma vuole comunque tornare)

Shamima Begum (nella foto), partita nel 2015 dal Regno Unito per unirsi al gruppo jihadista ISIS in Siria, ha detto che vuole tornare nel Regno Unito nonostante la sua ma...
15.02.2019
Mondo

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino

"Contro un Ticinistan", la proposta di Ghiringhelli di vietare le preghiere in pubblico fa discutere Oltralpe

La proposta di Giorgio Ghiringhelli, attualmente al vaglio in Gran Consiglio, di vietare le preghiere in pubblico sta facendo discutere nel resto della Svizzera. Diverse ...
14.02.2019
Svizzera

Partita quattro anni fa dalla Svizzera per unirsi all'ISIS, ora chiede di poter ritornare

Partita quattro anni fa da Losanna per unirsi all'ISIS in Siria, una residente del canton Vaud, attualmente detenuta in un campo di internamento curdo in Siria, vuole...
12.02.2019
Svizzera