Sport, 13 luglio 2018

La Federazione fa “mea culpa” sui doppi passaporti

“Alcuni errori sono stati commessi”, ha spiegato il presidente Gilliéron

BERNA – Ha fatto discutere, anche troppo, il caso legato alle Aquile di Xhaka e Shaqiri. Il tema dei giocatori con i doppi passaporti ha sollevato un polverone, anche a causa delle dichiarazioni di Mischier, e così la ASF ha preso posizione chiedendo pubblicamente scusa.

“Ci dispiace molto che le cittadine ed i cittadini con doppia nazionalità si siano sentiti discreditati e rinnegati dopo un’intervista del nostro segretario generale - ha spiegato Peter Gilliéron, presidente dell’ASF - L’integrazione e lo sviluppo di tutte le calciatrici ed i calciatori, indipendentemente dalla loro provenienza e nazionalità, sono principi fondamentali della Federazione”.

All’interno del comunicato, inoltre, Gilliéron ha sottolineato gli errori commessi: “Ci sono voluti alcuni giorni per capire e analizzare l’accaduto. Nelle prossime settimane svolgeremo un’analisi in tutti gli ambiti. Nel contempo esamineremo anche la distribuzione delle cariche e le rispettive competenze”.

Guarda anche 

"No al secondo miliardo di coesione all'UE"

Strada in salita per il secondo miliardo di coesione, dopo che la commissione delle finanze del Consiglio nazionale (CPE-N) ha deciso contro un secondo versamento a Bruxe...
30.11.2021
Svizzera

Quando ACB e Chiasso comandavano in Ticino

BELLINZONA - Oggi al Comunale (ore 14.30) si gioca il derby di Prima Promotion Bellinzona-Chiasso. Si tratta del secondo in stagione: il primo si disputò in a...
28.11.2021
Sport

Lugano lanciatissimo: addirittura secondo!

ZURIGO - Per una notte i bianconeri sono secondi in classifica. Bene. Non accadeva dallo scorso inverno, quando sulla panchina c'era Maurizio ...
28.11.2021
Sport

Lugano maturo e solido: è la rivelazione della stagione?

LUGANO – 23 punti in 13 partite. 7 le vittorie ottenute (le ultime tre di fila), 2 i pareggi e 4 sconfitte incassate fin qui. Definire semplicemente “interess...
23.11.2021
Sport