Svizzera, 04 luglio 2018

Gli svizzeri danno i voti ai Consiglieri federali, nessuno raggiunge la sufficienza

In un sondaggio effettuato da Tamedia e pubblicato ieri da 20minuten si chiedeva alle persone interpellate, in tutto 14'851 persone, di giudicare il lavoro dei singoli Consiglieri federali con una nota che va dal 1 al 6. E i risultati, come si può vedere nella foto, non sono certo esaltanti per i ministri svizzeri, dei quali nessuno raggiunge la sufficienza, ossia il voto 4. Il più vicino ad arrivarci, e quindi quello più apprezzato da chi ha partecipato al sondaggio, è il capo del Dipartimento dell'Interno Alain Berset, il quale arriva quasi alla sufficienza con un voto di 3,97. Al secondo posto troviamo Doris Leuthard del dipartimento dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazione, che riceve la nota 3,8. Sul podio c'è anche Ueli Maurer, che dirige il dipartimento delle finanze che arriva al terzo posto con il 3,7. Più sotto troviamo a pari merito Ignazio Cassis, ministro degli esteri, e Guy Parmelin del dipartimento della difesa e dello sport i quali ricevono entrambi 3,51. Nel caso di Cassis si nota uno scivolone da gennaio quando in un rilevamento simile riceveva ancora il 3,73. Appena sotto, e quindi al penultimo posto, si trova Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento di Giustizia, la quale si deve accontentare della nota 3,5. Nettamente staccato dagli altri, e quindi il meno apprezzato, vi è Johann Schneider-Ammann il quale arriva appena allo 3,09.

Interpellato per commentare i risultati il politologo Louis Perron ritiene il risultato di Berset, relativamente positivo specie se confrontato con quello dei suoi colleghi, sorprendente alla luce dei costi crescenti della sanità (Berset dirige anche il dipartimento della sanità) mentre spiega il peggioramento di Cassis con il fatto che durante l'ultimo sondaggio quest'ultimo godeva ancora di un'"aura di freschezza" in quanto le sue posizioni non erano ancora ben conosciute, mentre con il tempo il suo operato e le sue posizioni sono diventate più chiare e non sono piaciute alla gente, in particolare all'elettorato di destra e di sinistra. In generale, con una nota media di 3,52 si evince che l'operato del Consiglio federale non è giudicato positivamente dai cittadini svizzeri. Stando al sondaggio, coloro che sono maggiormente soddisfatti dal governo svizzero sono gli elettori dei partiti di centro mentre all'opposto vi sono gli elettori dell'UDC, dei quali solo il 20% giudica positivamente il lavoro svolto dal Consiglio federale.

(Fonte e foto: 20minuten)

Guarda anche 

“Le partite con la mascherina? Facciamolo con responsabilità”

“Ci vorrà la massima collaborazione e responsabilità parte di tutti gli spettatori e tifosi. Solo così si potranno portare avanti le gra...
08.09.2020
Sport

Piste aperte per 2/3: Ambrì col minimo degli spettatori della Lega, Cornér Arena da 3'300 posti

Nella giornata di ieri sono giunte le tanto attese indicazioni per affrontare le nuove stagioni sportive professionistiche che prenderanno il via tra fine settembre e ini...
03.09.2020
Sport

Da ottobre più di 1'000 persone a Cornaredo: “Segnale positivo, ci vorrà buon senso”

LUGANO – Ci vorrà ancora qualche settimana di pazienza, qualche settimana in più del previsto, poi – sempre a determinate condizioni – lo ...
12.08.2020
Sport

SONDAGGIO – Dai moretti ai Redskins: tra razzismo e generalizzazione

LUGANO – Dalla Svizzera all’America, da casa nostra a Washington passando per Minneapolis: c’è un filo rosso che sta unendo Vecchio e Nuovo Conti...
16.07.2020
Sport