Svizzera, 24 dicembre 2018

Il consiglio del Cardinale per Natale: "Pensate anche al messaggio, non solo ai regali"

Per essere felici a Natale bisogna "Concentrarsi sul nocciolo della festa e sul suo stupendo messaggio: Dio è diventato uomo e quale bambino vuole incontrare noi esseri umani al nostro stesso livello" afferma il cardinale Kurt Koch, l'ecclesiastico svizzero di più alto rango in Vaticano in un'intervista pubblicata oggi dal Blick.

"L'usanza di dare e ricevere regali è una parte essenziale del Natale: ma se al centro dell'evento c'è solo l'aspetto commerciale è un problema". Secondo Koch, di per sé l'essere umano è sempre religioso: una società che non prende sul serio la religione non prende seriamente nemmeno l'uomo. E lo slogan "Gesù sì, chiesa no" secondo Koch non rispetta gli insegnamenti di Cristo che "voleva la comunità".

Gli adulti vivono il Natale in modo diverso di quando si era fanciulli, ma il Natale non è come ricorrenza non è solo una festa per i bambini, continua Koch. "La cosa più importante è affrontare il messaggio del Natale", afferma. "Per questo abbiamo bisogno di pace e tranquillità: non bisogna farsi trascinare dal frastuono".

Per quel che riguarda l'Islam, bisogna mantenere fede alle nostre radici e ai nostri valori cristiani, "come la libertà religiosa", che è da concedere anche ai musulmani. Da loro dobbiamo aspettarci che riconoscano i valori fondamentali dello stato di diritto. L'Islam come religione non è una minaccia ma è da distinguere l'islamismo, che pratica la violenza. "La violenza è sempre una perversione della religione".

Kurt Koch, 68 anni, è stato vescovo di Basilea e dal 2010 è presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani e oggi risiede in un appartamento a Città del Vaticano.

Guarda anche 

GALLERY – Da Madonna a Gisele, passando per Beckham: il Natale dei Vip

Il Natale è trascorso da pochi giorni, feste, banchetti e regali non sono mancati e l’hanno fatta padrone. Il giorno di Natale, da sempre magico e partico...
30.12.2018
Magazine

Quella città della Cina dove il Natale è proibito

A Lanfang, in Cina, quest’anno è stato proibito ogni festeggiamento legato al Natale. L’ordine arriva dall’alto, precisamente dall&rsqu...
26.12.2018
Mondo

Andrea Censi - Valorizziamo le nostre manifestazioni: luci e proiezioni anche a Lugano per Natale

Premessa Negli ultimi anni la Lugano ha sicuramente investito molto negli eventi cittadini, ampliando l`offerta di manifestazioni cercando di soddisfare tutte le fasce d...
20.12.2018
Opinioni

Moschee in Svizzera, un musulmano denuncia una radicalizzazione insidiosa

È una testimonianza interessante quella che riporta oggi “Le Temps”, dove un tunisino, musulmano credente, residente a Losanna denuncia un clima di rad...
17.12.2018
Svizzera