Svizzera, 19 dicembre 2023

Quasi un terzo dei rifugiati ucraini non vuole lasciare la Svizzera

A quasi due anni dall’inizio del conflitto in Ucraina, quasi un terzo dei rifugiati ucraini in Svizzera non immagina un giorno di poter tornare nel proprio paese d’origine. È quanto rivela uno studio effettuato su 2'800 di loro e pubblicato lunedì dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), dalla Segreteria di Stato per la migrazione (SEM) e da Ipsos SA Svizzera.

Non sorprende che il motivo più citato (68%) per spiegare questa difficoltà di pianificazione al di fuori della Svizzera sia la guerra. La situazione è ancora in corso e molti di loro risiedevano in zone ancora occupate. Un'altra conseguenza diretta del conflitto in corso, la situazione economica in Ucraina, soprattutto in termini di opportunità professionali, viene menzionata dal 24% degli intervistati.

Ma alcuni dei profughi che non pensano di lasciare la Svizzera menzionano anche fattori che non sono del tutto legati alla guerra e alle sue conseguenze. Il 34% degli interessati motiva quindi la propria scelta con il fatto di essere ben integrato in Svizzera. Quasi un quarto ha anche controllato la risposta “perché i miei figli vanno a scuola in Svizzera” per giustificare questa mancanza di desiderio di tornare nel Paese, e il 21% afferma di aver trovato qui un lavoro stabile.



Complessivamente questi rifugiati che non intendono ritornare nel Paese rappresentano il 27% dei circa 66'000 ucraini che all'inizio di dicembre beneficiavano dello status S in Svizzera, rivela lo studio. La quota di coloro che voglio invece tornare in Ucraina è leggermente più alta (intorno al 30%). Circa il 2% immagina addirittura un ritorno nei prossimi tre mesi. La nostalgia di casa sembra aumentare con l’età, poiché le persone con più di 50 anni sono più propense a voler lasciare la Svizzera rispetto ai giovani. L'indecisione su un possibile ritorno nel Paese resta però la risposta più adottata dagli intervistati, con il 40% dei voti.

Guarda anche 

Richiedente l'asilo respinto vince al Tribunale federale e chiede 60'000 franchi di risarcimento

Un richiedente l'asilo respinto ha vinto la causa contro il Canton Appenzello Esterno. Il Tribunale federale ha infatti stabilito che le autorità non hanno ris...
16.04.2024
Svizzera

HCAP, il tifoso si divide

AMBRÌ – Ormai di acqua sotto i ponti ne è passata. La qualificazione ai playin, il doppio derby col Lugano gettato alle ortiche, l’ultimo scontr...
16.04.2024
Sport

Il Consiglio federale vuole versare 5 miliardi per la ricostruzione dell'Ucraina

Il Consiglio federale ha deciso mercoledì di stanziare complessivamente 5 miliardi di franchi entro il 2036 per la ricostruzione dell'Ucraina. "La Svizzer...
11.04.2024
Svizzera

L'Associazione dei Comuni svizzeri lancia l'allarme sull'asilo, "una situazione insostenibile"

Sempre più spesso i rifugiati vengono assegnati ai comuni senza una previa decisione in materia di asilo. Una situazione insostenibile secondo il vicepresidente de...
07.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto