Mondo, 20 settembre 2023

Un rapporto svela il piano franco-tedesco per l'allargamento e la riforma dell'UE

Un documento esaminato per la prima volta dai ministri dei 27 paesi membri dell'Unione europea questo martedì 19 aprile in Spagna rivela il piano franco-tedesco per riformare l'Unione europea. L'obiettivo è da una parte snellire il processo decisionale che oggi richiede l'unanimità di tutti i paesi membri e dall'altra integrare i paesi dei balcani e dell'est che ancora non fanno parte del blocco.

L'anno entro cui questa riforma dovrebbe andare in porto è il 2030. Tra sette anni, quindi Ucraina e Moldavia, nuovi paesi candidati dal 2022, oltre a Albania, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia e Kosovo. Non viene invece presa in conto l'adesione di Turchia e Georgia. Tutte le decisioni della futura Unione europea dovrebbero essere prese a maggioranza qualificata e non all'unanimità, il che rende molto difficili gli accordi a 27.



Inoltre, tutti i paesi membri sarebbero tenuti a rispettare norme relative all'indipendenza della magistratura e allo stato di diritto, con sanzioni automatiche in caso di contravvenzioni, o addirittura l'espulsione dall'unione.

Infine, sarebbero previsti quattro livelli di integrazione nell'UE in base a quanto i singoli paesi sono disposti a concedere in materia di sovranità.

Guarda anche 

Un bruco manda 13 bambini all'ospedale

Un bruco ha mandato all'ospedale 13 allievi di una scuola di Basilea Campagna martedì pomeriggio. A raccontare l'accaduto al Blick è Laila Amaral, ...
30.05.2024
Svizzera

Lugano, un saluto amaro. Ma ora testa alla Coppa

LUGANO - Il Lugano non “lancia” al meglio la finalissima di Coppa Svizzera in programma domenica prossima a Berna. Non solo perde con...
26.05.2024
Sport

L'UE arrabbiata per il divieto di esporre la bandiera europea all'eurosong

Lunedì l'Unione Europea (UE) ha inviato ufficialmente un reclamo all'emittente dell'Eurovision Song Contest, dopo che ai partecipanti è stato vi...
14.05.2024
Mondo

L’UE presenta reclamo all’Eurovision per il divieto della bandiera europea

BRUXELLES (Belgio) – L’UE non ci sta e ha deciso di alzare la voce e di chiedere chiarimenti, presentando un reclamo ufficiale all’emittente dell’...
14.05.2024
Magazine

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto