Ticino, 15 maggio 2023

Investimenti in arrivo per opere di risanamento

Luce verde del Governo al credito per il sussidio di opere a favore di 35 Comuni

Il Consiglio di Stato ha licenziato mercoledì il messaggio del Dipartimento del territorio relativo a un credito di 9,6 milioni di franchi destinati al sussidio di nuove opere di canalizzazione e di depurazione delle acque luride, di cui beneficeranno 35 Comuni ticinesi. Ulteriori 110 mila franchi verranno invece investiti per due opere di canalizzazione a favore del Consorzio depurazione acque di Lugano e dintorni, nonché per un’opera di canalizzazione di competenza dell’Agenzia Nuovo Quartiere Cornaredo.
Tutti i progetti sono stati approvati dai servizi tecnici della Sezione della protezione dell’aria, dell’acqua e del suolo del DT tra il 2022 e il mese di gennaio di quest’anno. La palla passa ora al Gran Consiglio.

 
Canalizzazioni di almeno 50 anni fa
Analogamente agli anni precedenti, il messaggio del DT contempla, accanto alla realizzazione di nuove opere di sottostruttura comunali, anche il rifacimento di canalizzazioni risalenti agli anni Cinquanta-Settanta del secolo scorso e per le quali non è mai stato versato alcun sussidio cantonale.
 
Sono 35 i Comuni finanziati
Il finanziamento cantonale è destinato ai seguenti Comuni: Acquarossa, Agno, Airolo, Arbedo-Castione, Balerna, Bedano, Bellinzona, Biasca, Breggia, Brissago, Brusino Arsizio, Cadempino, Capriasca, Castel San Pietro, Coldrerio, Collina d’Oro, Cugnasco-Gerra, Faido, Gambarogno, Gordola, Losone, Lugano, Massagno, Mendrisio, Minusio, Muralto, Novazzano, Paradiso, Ponte Capriasca, Riviera, Savosa, Stabio, Tenero-Contra, Val Mara e Vernate.
 
370 milioni dal 1974 ad oggi
Dal 1974 al 2022 sono stati stanziati crediti di sussidio a favore dei Comuni per la realizzazione di opere comunali di smaltimento delle acque per un totale di circa 370 milioni di franchi, corrispondenti a un volume d’investimento pari a 1,3 miliardi. Da notare che l'investimento delle opere approvate nel 2022 è superiore alla media degli ultimi 10 e 20 anni, così come il totale dei sussidi del 2022 da stanziare.
 
Il credito per le opere consortili
Il credito richiesto per le opere consortili è così suddiviso: 73'787 franchi per il sussidio di due opere di canalizzazione a favore del Consorzio depurazione acque di Lugano e dintorni; nella fattispecie, il rifacimento dello scaricatore di piena in zona incrocio Arizona a Massagno e il risanamento del collettore in via Pian d’Inguèll e Via Novèll a Sonvico. Mentre che 36'750 franchi saranno destinati al sussidio di una nuova canalizzazione delle acque meteoriche (in Via Ciani, a Lugano) a favore dell’Agenzia Nuovo Quartiere Cornaredo.

*Dal MDD

Guarda anche 

Rapine a Como: gli autori sono tre richiedenti l'asilo soggiornanti in Svizzera

Tre richiedenti l’asilo soggiornanti in Svizzera sono stati arrestati sabato pomeriggio a Como per aver rapinato un giovane svizzero nel pieno centro di Como nel...
30.05.2023
Ticino

Furti nei veicoli: quattro arresti nel Mendrisiotto

Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che negli scorsi giorni sono stati arrestati 4 richiedenti l'asilo soggiornanti presso il Centro federale d...
26.05.2023
Ticino

Oltre il 47% dei medici di confine pensa alle dimissioni o a un impiego in Svizzera

La Svizzera come speranza. La metà dei medici in forze negli ospedali di confine - stando a quanto presentato dalla Fadoi al congresso nazionale - sta pensando ...
26.05.2023
Ticino

Lupo nel Mendrisiotto, Tonini interroga il Municipio

“La presenza del lupo nel Mendrisiotto sembrava sporadica, invece, purtroppo, pare che nella regione i grandi predatori non siano più un’eccezione. ...
26.05.2023
Ticino