Sport, 27 marzo 2023

“La Spengler? Non la cambio con la qualifica ai pre playoff”

Lo scrittore Luca Dattrino parla del suo libro dedicato al trofeo vinto dall’HCAP

AMBRÌ - Luca Dattrino, giornalista e scrittore bellinzonese, è un appassionato tifoso dell’Ambrì Piotta, di cui conosce vita e miracoli. Recentemente, grazie anche all' editore Raoul Fontana, ha scritto a tempo di record il libro dedicato alla conquista della Coppa Spengler da parte della squadra di Luca Cereda. “L’Ambrì Piotta ha dimostrato che può vincere, che può arrivare fino in fondo. Sembra una cosa da poco, ma non lo è” ci ha detto nei giorni scorsi Dattrino, che nella sua ultima fatica ha raccontato quella che non è affatto azzardato definire “una settimana di pura follia”.


Luca Dattrino: un’altra opera editoriale targata HCAP in collaborazione con Raoul Fontana. Stavolta la Coppa Spengler. Come è nata l’idea? 
Cinque minuti dopo la prima partita con l’Orebro, Raoul mi ha inviato un sms: “128 pagine, formato come per Bentornata Coppa, tante foto”. Gli ho risposto: “Aspettiamo il 31” e lui mi ha scritto di nuovo: “Intanto pensa a un titolo”.  



Un libro uscito nemmeno un paio di mesi dopo la vittoria leventinese a Davos. Quasi un primato. 
L’ho scritto in due settimane e mezzo. Nel frattempo abbiamo ricostituito il team con il quale avevamo lavorato al progetto della “Mitica”. Tutto ha funzionato per il meglio, grazie all’impegno e al buon lavoro di tutti. Era necessario trovare dei sostenitori, che ancora ringrazio per la loro signorilità e disponibilità. Senza un sostegno finanziario un progetto editoriale come questo sarebbe insostenibile, considerando che i ricavi delle vendite vanno al Settore giovanile e alle HCAP Girls. 


Tantissime foto: una garanzia. Così si stimolano i tifosi o i simpatizzanti a comprare il libro. 
L’aver coinvolto i tifosi con i loro selfie e ricordi è stato un plus valore per il libro. Le immagini sono importanti, così come lo è la realtà aumentata che permette al libro di essere “vivente” e di aggiungere altre emozioni.


Ci parli del libro e di come lo ha impostato.
Dapprima andavano acquisiti i diritti, che sono della Spengler e del HC Davos: sono stati subito disponibili. Poi mi interessava anche una piccola parte storica: come è nata la Spengler, la figura del dottor Carl Spengler. Sono emerse cose curiose e vicende che non conoscevo. Poi le interviste a Luca Cereda e Paolo Duca, la raccolta delle foto e dei ricordi dei tifosi presenti. Il resto lo ha fatto il meraviglioso team con il quale lavoriamo. Acquisizione di sponsor, concetto grafico, Realtà aumentata (grazie RSI), pre-stampa e stampa. Senza dimenticare la traduzione del libro in tedesco. E qui ringrazio Maria Luisa Bernini: anche lei ha lavorato a tempo di record. 


Sono stati sette giorni di pura follia. Vero? 
La Coppa Spengler è sempre stata una bella competizione. Ha un fascino inspiegabile. Sarà il periodo. Bellissimo arrivare a Davos e vedere così tanti fans biancoblù. La squadra ha fatto il resto, giocando un ottimo hockey, con tanto dinamismo e intensità. La finale, poi, con Zwerger che entra due volte festeggiando “a vuoto”, il rigore finale realizzato da Inti. Sette giorni perfetti.


I tifosi dell’Ambrì hanno trasformato Davos in una piccola Leventina.
È stato incredibile assistere a Davos – - Ambrì a Davos (e di sera) e vedere il pubblico in gran parte biancoblù. Già durante la prima edizione a cui abbiamo partecipato c’erano tanti tifosi. L’Ambrì ha un pubblico eccezionale, che risponde con entusiasmo, sostenendo sempre la squadra. 


I maligni si chiedono: ma la Coppa Spengler e la sua conquista meritavano davvero un libro? In fondo non è un trofeo ufficiale. 
Perché no? L’Ambrì è solo la terza squadra svizzera (Davos escluso) ad essersi aggiudicato questa coppa. Tutti a dire che è un torneo amichevole e natalizio, ma poi tante squadre fanno a gara per esserci. Senza contare il livello. Squadre svedesi, finlandesi, ceche, una selezione canadese… il meglio al mondo. Per non dire delle televisioni presenti. La Spengler è seguitissima in Canada. Rimane un trofeo prestigioso. 


A proposito: lei avrebbe rinunciato alla Spengler pur di entrare nei preplayoff?
Mi dispiace che l’HCAP non abbia centrato l’obiettivo dei pre-playoff. Ma no: non avrei scambiato la Spengler per questo.


Cosa ha di diverso questo libro dai precedenti che lei ha prodotto?
Questo è un instant book, scritto in qualche giorno sull’onda emotiva di una vittoria di prestigio. Nemmeno ci pensavo, prima di Natale. Se non era per Raoul Fontana e il suo sms… Cosa è cambiato nell’immaginario biancoblù dopo questa conquista? Molto di più di quel che si pensa. L’Ambrì Piotta ha dimostrato che può vincere, che può arrivare fino in fondo. Sembra una cosa da poco, ma non lo è. Siamo degli underdog, raramente partiamo favoriti. L’aver dimostrato di riuscire a vincere è un passo avanti importante.

M.A.

Guarda anche 

Piange il Lugano, sorride l'Ambrì

LUGANO - Il primo obiettivo stagionale sbandierato è stato fallito! Il Lugano non accede ai playoff e dovrà passare per il turno dei play-in se vorr&ag...
03.03.2024
Sport

Lugano, ora sono guai. Ambrì, è quasi fatta

LUGANO – Si parlava di destino nelle proprie mani, per quanto riguarda il cammino del Lugano in vista dei prossimi playoff. In effetti i bianconeri prima di ieri se...
01.03.2024
Sport

Lugano, 5 passi verso l'obiettivo

LUGANO - Alla fine a decidere è stato il rigore di Ruotsalainen e il Lugano colleziona la sua quarta vittoria consecutiva. La classifica sorride, perché...
25.02.2024
Sport

"L’hockey? Uno stile di vita. Muhammad Alì il mio idolo”

LUGANO - Questa settimana diamo spazio al redattore del 'Mattino della Domenica', Mauro Botti (44 anni), che ha accettato volentieri il nostro invito a colaz...
26.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto