Sport, 30 settembre 2022

TC Lido Lugano, una storia di campioni e di valori sportivi

Il club festeggia il 90esimo compleanno. Intervista al presidente Michel Faoro

LUGANO - Michel Faoro (classe 1966), dirigente di un noto istituto bancario di Lugano, è dal 2019 presidente del Tennis Club Lido di Lugano, che in questi giorni festeggia i suoi 90 anni di vita. Una storia di campioni e di valori sportivi, una storia che contempla anche Roger Federer (nel 1997 il renano vinse un titolo juniores sui campi rossi di Cassarate) e diversi tornei internazionali. Il circolo luganese ha sempre avuto, per altro, un occhio di riguardo per la formazione: dal TCLL è uscito infatti Claudio Mezzadri, ex giocatore di Coppa Davis e oggi opinionista televisivo. “Ma tutto parte nel 1932 grazie alla passione e alla generosità di un gruppo di amici, tutto inizia con tre campi da gioco e un’illuminazione” ci racconta Michel Faoro nell’intervista che abbiamo realizzato nei giorni scorsi. Per chi non lo sapesse, il presidente del TC Lido di Lugano è il figlio del popolare Pepi, giocatore dell’HC Lugano.


Presidente: il Tennis Club Lido Lugano è sempre stato un punto di riferimento per la città e i suoi cittadini. Oggi lo è ancora?
Oggi ancora di più di allora insieme con tutto il comitato ci impegniamo affinché il nostro circolo sia un punto di riferimento per la città, i suoi soci e i suoi cittadini. Da luganese non mi stanco mai di ammirare il nostro circolo. Con la città, che ringrazio per il suo supporto nei nostri confronti, i rapporti sono ottimi. Abbiamo la fortuna di essere posizionati in uno dei punti più belli con sei campi da tennis sui quali hanno giocato tanti campioni di questo sport. Uno degli obiettivi principali sul quale mi focalizzo è quello di coinvolgere i giovani della regione luganese. La scuola tennis, che annualmente coinvolge 240 ragazzi di tutte le categorie, da questo punto di vista resta un veicolo importante sia in termini sportivi che sociali. Inoltre il TC Lido Lugano, attraverso il suo ristorante gestito da oltre 30 anni dalla famiglia Maksimovic, resta un punto d’incontro per molti luganesi che desiderano passare del tempo assieme in una cornice unica.


Tutto ebbe inizio nel 1932. Come nacque l’idea di un tennis club locale?
La fondazione del TC Lido risale al marzo del 1932, per merito di alcuni appassionati: Staffieri, Corecco, Paulon, Kunz, Kupfer e altri che precedentementeformavano la sezione tennistica dell’Hockey Athletic Club Lugano. Tre campi da gioco, con illuminazione. Il nome attribuito era quello di 'Lawn' Tennis Club Lido Lugano, che avviò subito una intensa attività agonistica, anche di livello internazionale. L’era moderna del TC Lido inizia nel 1953 e negli anni successivi avvenimenti importanti caratterizzarono la vita del club, con il passaggio dei più illustri protagonisti del tennis mondiale.


Dopo gli anni cosiddetti pionieristici, dai Cinquanta in poi il TCLL ha operato un deciso salto di qualità con l’organizzazione di tanti eventi internazionale e nazionali.
La vocazione del TC Lido è sempre stata orientata all’organizzazione di eventi internazionali e nazionali. In passato abbiamo organizzato per 2 volte la Coppa Davis, il torneo internazionalefemminile negli anni ’80 al quale parteciparono le migliori giocatrici al mondo, una su tutte Chris Evert allora numero 1 al mondo, 1 Federation Cup (Coppa Davis femminile). Per tanti anni si è svolto il Challenger, votato dai giocatori come il migliore al mondo per la sua organizzazione, al quale ha partecipato per due edizioni anche Stan Wawrinka, senza dimenticare le due edizioni del Ladies Open svoltosi nel 2018 e 2019.


Quali sono stati i grandi campioni che hanno calcato la terra del vostro centro sportivo?
Ne cito alcuni che hanno fatto la storia di questo sport: Laver, Emerson, Rosewall, Newcombe, Roche, Tiriac, Pietrangeli. Oltre a Federer, quando era giovanissimo.


Appunto, Federer...
Esatto.
Un giovane Roger ha calcato i nostri campi in occasione dei campionati nazionali juniores svizzeri del 1997, ovviamente vincendoli.


Dagli Anni Sessanta esiste un gemellaggio con Wimbledon. Ci racconti.
In qualità di presidente non posso che andare fiero di questo gemellaggio che dura da 60 anni. Pensare che il tempio del tennis mondiale ci includa tra i pochi circoli al mondo con cui gemellarsi ci rende molto fieri. L’emozione di varcare i cancelli di Church Road è qualche cosa di unico. Respiri a fondo la tradizione britannica e tutta la sua storia. Proprio due settimane fa abbiamo invitato gli amici di Wimbledon al TC Lido per un weekend all’insegna del tennis e della gastronomia.
Ci tengono molto a venire da noi e pensi che anche quest’anno mi dicevano che più di 75 membri di Wimbledon, su un totale di 482, si sono fatti avanti per poter venire a Lugano. Proprio in questi giorni ho ricevuto una lettera di ringraziamento da parte del direttore di Wimbledon in cui ci invita l’anno prossimo a passare un weekend da loro.


Il circolo luganese è stato spesso ospite a Londra.
È diventata oramai una consuetudine che a cadenze regolari avvengano degli inviti da parte di entrambi i clubs. Come TC Lido siamo stati svariate volte loro ospiti e passato dei weekend bellissimicon loro. Pensare di avere Wimbledon tutto per noie poterci muovere come vogliamo è veramente qualcosa di unico e inimitabile. La struttura nel suo insieme è unica e emozionante a partire dal campo centrale, il suo museo interno, le varie suites dove pranziamo e ceniamo, i campi in erba, gli spogliatoi.


Negli ultimi anni sono mancati i nomi prestigiosi ma i tornei hanno comunque successo.
Attualmente ci occupiamo di organizzare nel periodo estivo un torneo ITF di livello mondiale aperto a giocatori da 40+ a 85+ e giocatrici da 40+ a 75+. Quest’anno abbiamo avuto per una settimana 280 giocatori e giocatrici provenienti da tutto il mondo ed il torneo è stato un vero successo. Abbiamo potuto assistere a partite con giocatori di livello mondiale sia in campo maschile che femminile. Senza dimenticare tutto l’indotto che un torneo del genere crea per tutta la città.


Qual è stato il più grande giocatore cresciuto nel Tennis Club Lido in 90 anni di storia?
Senza ombra di dubbio Claudio Mezzadri nostro socio onorario, cresciuto sui nostri campi e arrivato ad essere numero 27 al mondo a cavallo tra gli anni’80 e ‘90. Noi abbiamo sempre puntato sempre sui giovani, Mezzadri era uno di quelli. Oggi continuiamo con questa tradizione.


Parliamo del presente. Da 3 anni presidente: che bilancio traccia?
Sicuramente positivo. Il circolo è cresciuto in termini di nuovi soci e l’anno scorso abbiamo investito nella copertura invernale di un nuovo campo che permette ai nostri soci la possibilità di giocare anche nei mesi freddi su 6 campi da tennis. Mi piace sottolineare come questo investimento sia stato totalmente finanziato da noi. La scuola tennis inoltre ricopre un ruolo importante e ogni anno gli iscritti aumentano e questo non può che farmi piacere a dimostrazione che il circolo, oltre ai suoi soci, ha una sua identità anche nel settore giovanile. Il nostro obiettivo è quello di avvicinare i giovani al nostro sport per in seguito farli crescere nelle varie categorie. A livello agonistico abbiamo dei giocatori interessanti che si stanno facendo strada in campo ticinese e nazionale. Mi piace sottolineare pure l’aspetto sociale di questa attività che insegna i valori dello sport come rispetto, disciplina e costanza ai quali tengo molto. Inoltre con la città stiamo lavorando a nuovi progetti per proseguire con successo la nostra storia nel tessuto luganese.

MAURO ANTONINI

Guarda anche 

Lugano, eccoti la pausa più dolce possibile

LUGANO – YB 35 punti. Servette, secondo, 25. La classifica di Super League, per quanto concerne la lotta per il titolo, sembra bella che impacchettata: andare a pre...
14.11.2022
Sport

Prima di Steffen ci fu Vivas: ma sono già passati 24 anni

LUGANO - Prima di Renato Steffen, chiamato da Murat Yakin per gli imminenti Mondiali del Qatar, chi è stato l’ultimo bianconero ad essere convocato per ...
14.11.2022
Sport

Ribattere il Winterthur e poi tutti in pausa felici

LUGANO - Pausa: Il campionato del Lugano - e delle altre 9 compagini di Super League - termina oggi. Alle 16.30 a Cornaredo si rivede il Winterthur, già ...
13.11.2022
Sport

Wawrinka e quella lite con Mirka: “Per fortuna non c’erano telecamere nel tunnel…”

GINEVRA – Sono trascorsi otto anni da un episodio decisamente colorito che vide come protagonisti Wawrinka, Federer e sua moglie Mirka. Parliamo ovviamente del liti...
13.11.2022
Sport