Svizzera, 18 settembre 2022

Presto servirà la carta d'identità per accedere alla pornografia online?

Il Consiglio nazionale ha approvato una mozione di Nik Gugger (PEV/ZH) che chiede che per accedere a contenuti pornografici online sia necessario identificarsi per verificare l'età degli utenti. Gugger ritiene che "i fornitori di contenuti pornografici debbano finalmente essere ritenuti responsabili della protezione dei minorenni". Se si rifiutassero di farlo, i loro siti web non sarebbero più accessibili dai computer in Svizzera.

Una maggioranza di due terzi dei suoi colleghi del Consiglio nazionale, della sinistra e di parte dell'UDC, ha approvato la proposta. Si prevede che la questione sarà presto affrontata dal Consiglio degli Stati, riporta domenica la NZZ am Sonntag.

L'opposizione è più forte da parte del PLR. I Giovani Liberali stanno già pensando di indire un referendum se il progetto verrà adottato. Per il loro co-presidente Tobias Vögeli, "è evidente che ci sono troppi analfabeti
digitali in Parlamento" e ricorda che i contenuti pornografici sono accessibili anche attraverso altri canali, come Twitter o WhatsApp. Pertanto, "logicamente, l'identificazione dovrebbe essere richiesta ovunque".

Sottolinea che i fornitori possono facilmente aggirare i blocchi. Il Consiglio federale, che respinge la mozione, avanza le stesse argomentazioni. Un blocco efficace delle reti richiederebbe anche un'enorme quantità di controllo su Internet, che sarebbe contrario alla Costituzione, secondo Berna.


Anche la Società Digitale Svizzera si oppone al progetto del Partito Evangelico: "Richiedere dati personali altamente sensibili non è né pratico né sensato", afferma il direttore Erik Schönenberger. Questi dati potrebbero anche essere collegati alle preferenze sessuali e cadere nelle mani sbagliate, il che sarebbe completamente contrario alla protezione dei dati", sottolinea.

Guarda anche 

Il Consiglio nazionale approva un avvicinamento allo Spazio economico europeo

Il Consiglio nazionale ha approvato ieri una mozione che chiede al Consiglio federale “di condurre colloqui esplorativi con il Consiglio dello Spazio economico euro...
14.09.2023
Svizzera

Il Consiglio nazionale vuole dare il diritto di voto ai 16enni

Per la terza volta il Consiglio nazionale ha respinto, con un voto di 98 a 93, la proposta di abbandonare un'iniziativa parlamentare di Sibel Arslan (Verdi/BS) per ab...
13.06.2023
Svizzera

Forse un divieto d'entrata in Svizzera per i condannati per mafia

Mercoledì, il Consiglio nazionale ha approvato con 127 voti contro 46 una mozione presentata da Marco Romano che chiede alla Confederazione di adottare le misure n...
08.06.2023
Svizzera

Pensione a 66 anni, il Consiglio nazionale vota contro ma vuole un controprogetto

Gli svizzeri non dovranno lavorare fino a 66 anni per ricevere le prestazioni AVS. Dopo la bocciatura senza controprogetto da parte del Consiglio degli Stati in marzo, an...
06.06.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto