Sport, 04 settembre 2022

In trasferta il Lugano vola: battuti i campioni svizzeri

La squadra di Croci Torti rialza la testa. Decide la rete di Amoura in zona Cesarini

ZURIGO - Dopo aver perso in casa (inopinatamente) contro il San Gallo, il Lugano rialza la testa e vince sul campo dei campioni svizzeri dello Zurigo (1-2). Decide il talentuso Amoura in piena zona Cesarini. Minuto 90. Tre punti bene accetti, la terza vittoria consecutiva in trasferta. A livello di gioco, per la verità, i bianconeri hanno giocato al di sotto delle loro possibilità ma alla fine che conta è solo la vittoria. A fine gara capitan Sabbatini sprizzava gioia da tutti i pori: “ Abbiamo giocato un buon primo tempo ma poi alla lunga loro hanno preso il sopravvento. Noi abbiamo un po’ sofferto ma in fondo lo Zurigo si è fatto pericoloso solo in una circostanza”. 


STEFFEN: il neo acquisto Renato Steffen ha giocato dall’ inizio. Ma non solo: al quinto minuto ha messo a segno la sua prima rete in bianconero, regalando il primo parziale vantaggio degli ospiti. Bravo Haile-Selassie a liberarsi di due avversari e servire Celar in mezzo. Lo sloveno ha smarcato Steffen che non si è fatto pregare. Sembrava l’inizio di una serata trionfale ed invece non è andata esattamente così. Infatti, grazie a Tosin, lo Zurigo ha pareggiato venti minuti dopo. Tutto da rifare, con i bianconeri che non hanno però smesso di attaccare (ma invano). Clamoroso il
gol fallito da Celar prima della pausa.


AMOURA: nella ripresa i bianconeri hanno perso brillantezza e lo Zurigo ha cominciato a prendere in mano il pallino del gioco. Ma senza creare delle vere e proprie situazioni pericolose
(tranne una nel finale con Okita). Il Lugano, pur soffrendo, ha saputo resistere e, anzi, nel finale ha trovato la rete della vittoria grazie ad un colpo di testa di Amoura, ben servito da Valenzuela. 


CROCI TORTI: un bel sospiro di sollievo per il coach ticinese, che in settimana aveva ricevute delle critiche. Tre punti che riportano il Lugano in una zona di classifica più confacente alle sue possibilità e danno morale in vista dei prossimi impegni. Senza Ziegler, la difesa ha tenuto e con lei Saipi ha giocato una partita sicura. Da rivedere qualcosa a centrocampo e in attacco. 


APPELLO: a fine gara, sempre ai microfoni della TV di Stato, capitan Sabbatini ha voluto mandare un messaggio ai tifosi luganesi: “ Abbiamo bisogno di voi a Cornaredo. Siamo una buona squadra, talentuosa: il pubblico per noi è fondamentale soprattutto in casa”. Come dire: tifosi, sveglia!

Guarda anche 

Galeotta fu Zurigo: ecco la Blasi col suo nuovo amore

ZURIGO -  Ilary Blasi, così come Francesco Totti, ha alla fine cambiato pagina ed è pronta a ricominciare una nuova storia d’amore. A rendere la ...
29.11.2022
Magazine

Casemiro condanna la Svizzera: il Brasile vince 1-0

DOHA (Qatar) – Se contro il Camerun ci aveva pensato Embolo a togliere le castagne dal fuoco per una Svizzera non esattamente brillante, questa volta contro un Bras...
28.11.2022
Sport

Fra il serio e il faceto, i voti ai protagonisti della settimana mondiale

LUGANO - FIFA: penosa conferenza stampa di inaugurazione di capataz Gianni Infantino (detto Al Infanthin), ahinoi candidato unico alla riconferma, e penose anch...
28.11.2022
Sport

“Mio padre, l’uomo che zittì 200 mila tifosi brasiliani”

LUGANO - Negli ultimi decenni il calcio ha perso moltissimo in Uruguay: le squadre professioniste sono quasi tutte in default, e i settori giovanili devono affidarsi...
28.11.2022
Sport