Svizzera, 18 luglio 2022

Si era inventato un'aggressione razzista, dovrà pagare una multa

Lo scorso gennaio, un giovane francese di colore aveva raccontato di essere stato aggredito da un gruppo che parlava tedesco in un parco di Neuchâtel. Sulla piattaforma instagram aveva pubblicato un messaggio in cui sosteneva che degli estremisti di destra lo avevano picchiato e inciso una svastica sulla guancia. Poco dopo, aveva presentato denuncia contro ignoti. Alle forze dell'ordine, tuttavia, era subito sembrato inverosimile che un gruppo di estremisti di destra era a spasso un lunedì sera, senza che nessuno li notasse. Dopo aver aperto un'inchiesta, la polizia aveva concluso che la natura delle ferite era incompatibile con l'uso di un taglierino, come sosteneva il francese. L'indagine ha inoltre stabilito che i tagli erano stati effettuati prima del presunto attacco.



In un'ordinanza del tribunale penale, la procura di Neuchâtel lo ha quindi riconosciuto colpevole di aver ingannato la legge e gli ha inflitto una multa di 30 aliquote giornaliere a 30 franchi (900 franchi) con sospensione della pena. Dovrà inoltre pagare i 200 franchi di spese processuali.

Guarda anche 

Vuole spostare l'auto di pochi centrimetri mentre è ubriaca, si ritrova con 10'000 franchi di multa

È una vicenda quantomeno singolare, per non dire sfortunata, quella avvenuta a una donna di Lucerna un sabato pomeriggio nell'estate del 2022. La donna si era ...
13.02.2024
Svizzera

Rischia 320 franchi di multa per aver gettato una scatola di cartone in un cestino

Un cittadino americano che abita nel canton Zurigo rischia di dover pagare caro l'aver gettato una scatola di cartone in un cestino sulla strada. Come riporta il sito...
07.02.2024
Svizzera

Instagram e Facebook: ecco una multa da 5,85 milioni di Euro

ROMA (Italia) – La società Meta Platforms è stata sanzionata in Italia dall’Autorità per la garanzia nelle comunicazioni con una multa sa...
26.12.2023
Magazine

Tre giorni dopo il suo arrivo in Svizzera entra in una scuola e semina il caos urlando “Allah akbar”

La polizia cantonale di Neuchâtel ha arrestato venerdì un cittadino algerino che era entrato nel perimetro di una scuola elementare di Cortaillod e che aveva...
10.12.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto