Svizzera, 23 giugno 2022

In tribunale per il divorzio, all'uscita viene aggredito dal figlio della ex

Il divorzio è finito in tribunale e all'uscita si è scatenata una rissa. Martedì scorso, tre persone appartenenti alla stessa famiglia si è trovato davanti al giudice di Basilea Campagna. Sul banco degli imputati due ex coniugi in compagnia del figlio della ex moglie nato in un precedente matrimonio. Durante l'udienza la donna è stata accusata di aver lanciato false accuse contro l'ex marito dopo aver presentato una denuncia contro il suo ex per violenza sessuale.



La coppia era nel bel mezzo di un divorzio difficile. Per intrappolarlo, la donna ha convinto l'uomo a una relazione sessuale. Lui tuttavia sospettava qualcosa e si è recato all'incontro con il suo telefono che registrava tutto. Ha portato le registrazioni in tribunale per dimostrare che le accuse di stupro erano false.

Il giudice gli ha ancora chiesto perché, quando era in conflitto con la sua futura ex, ha deciso di andare a letto con lei. "È solo umano", ha detto. Il tribunale ha dovuto pronunciarsi sulla legalità delle prove: registrare qualcuno a sua insaputa non è sempre ammissibile. Alla fine, il giudice ha stabilito che la gravità dell'accusa di stupro era così grande che l'interesse pubblico di scoprire la verità era superiore e le prove dovevano essere considerate valide.

La ex moglie è stata quindi condannata per la falsa accusa a dieci mesi di carcere, sospesi per 60 giorni. Quando è stato letto il verdetto, ha subito detto che avrebbe fatto appello. Il figlio diciottenne, appassionato di pugilato, furioso con l'ex patrigno per aver fatto condannare la madre, gli ha sferrato un pugno in faccia fuori dal tribunale. Quindi potrebbero tutti finire di nuovo in tribunale in un secondo momento.

Guarda anche 

Dopo cinque ritiri di patente, un poliziotto rischia il lavoro davanti ai giudici

Sei sanzioni amministrative e cinque ritiri di patente: la carriera di un poliziotto vodese è a rischio dopo l'ennesima infrazione stradale che gli è...
25.06.2022
Svizzera

Imam di Bienne a processo per commenti odiosi contro altre religioni e frode, rischia carcere e l'espulsione

Lunedì si è aperto a Bienne (BE) il processo contro un predicatore libico accusato di aver fatto commenti odiosi contro cristiani, ebrei e sciiti durante un...
21.06.2022
Svizzera

Una ruota della sua auto si stacca durante un tamponamento e uccide una donna, dovrà andare 6 mesi in carcere

L'autore di un tamponamento dovrà andare in carcere perchè durante la collisione una ruota della sua auto si è staccata e ha colpito mortalmente ...
16.06.2022
Svizzera

Condannato a 7 anni di carcere per aver quasi ucciso un collega che si era interessato a sua sorella

Un 29enne residente nel canton Vaud è stato condannato mercoledì a 7 anni di carcere per aver quasi ucciso un collega che aveva mostrato interesse per sua s...
09.06.2022
Svizzera