Svizzera, 20 maggio 2022

La popolazione non può opporsi al taglio di un albero, secondo il Tribunale federale

Sovente, quando un comune sta per abbattere uno o più alberi, fra la popolazione si sollevano voci contrarie. È successo recentemente anche a Zofingen, nel Canton Argovia, dove degli abitanti si sono rivolti perfino al Tribunale federale per salvare un faggio sanguigno vecchio di oltre 100 anni che stava per essere rimosso.

Come riporta la NZZ, l'anno scorso le autorità comunali avevano deciso di abbattere questo maestoso albero che sorgeva su suolo pubblico. Di conseguenza, due abitanti hanno lanciato un'iniziativa per salvarlo. E con un buon seguito tra la popolazione, visto che un abitante su dodici ha firmato il testo che chiedeva al Comune di preservare questo faggio, che tra l'altro è il simbolo della città. E se l'albero doveva essere abbattuto a causa di una malattia le autorità sarebbero state tenute a ripiantare un nuovo esemplare simile.

Tuttavia, sia
il Comune che il Cantone e il Tribunale amministrativo cantonale hanno stabilito che l'iniziativa non era valida. Secondo loro, la protezione di un singolo albero non è di competenza della popolazione e nemmeno del consiglio comunale. Di conseguenza, gli iniziativisti hanno deciso di rivolgersi al Tribunale federale. E il tribunale si è appena pronunciato a favore di quanto deciso dalle autorità e dai tribunali cantonali.

Nella loro sentenza, i giudici di Mon-Repos hanno spiegato che la protezione dei singoli alberi in Argovia è regolata dalla legge cantonale e comunale in materia di edilizia e pianificazione. Un altro problema era che il famoso faggio non era stato protetto come "oggetto naturale individuale" al momento della revisione del piano regolatore comunale. Adattare questo regolamento per salvare l'albero avrebbe significato aggirare illegalmente la legge cantonale.

Guarda anche 

Avevano bloccato il traffico, ecoattivisti vengono assolti: “È libertà d'espressione”

Condannati in prima istanza, un gruppo di ecoattivisti che aveva bloccato il traffico a Losanna è stato assolto da ogni accusa durante il processo di appello. L...
30.09.2022
Svizzera

Riceve 1'800 franchi di multa per aver segnalato dei radar e dei controlli di polizia

Tra febbraio e maggio 2021, un uomo allora 29enne residente a Winterthur (ZH) aveva annunciato cinque controlli di velocità e del traffico da parte della polizi...
29.09.2022
Svizzera

Condannato per frode, non viene espulso perchè il suo QI è troppo basso

La lista di crimini di un 25enne kosovaro recentemente comparso in tribunale a Winterthur è lunga. Il suo fascicolo è lungo 77 pagine, che descrivono pri...
28.09.2022
Svizzera

Manda i figli nel suo paese d’origine e poi chiede gli assegni familiari

Manda i suoi paese in Bosnia e poi li iscrive al controllo abitanti per ricevere le prestazioni assistenziali. Nel settembre 2019, dopo la partenza per la Bosnia dei suoi...
27.09.2022
Svizzera