Svizzera, 30 marzo 2022

Cacciatore spara a un gatto che aveva scambiato per una faina, patente ritirata per un anno

Un cacciatore giurassiano è stato multato e si vedrà sospendere la patente per almeno un anno per aver sparato a un gatto che aveva scambiato per una faina.

Come riporta "Le Quotidien Jurassien", questo cacciatore notturno era armato con un fucile calibro 22 dotato di silenziatore. Davanti al giudice, ha affermato di aver agito su richiesta di un amico per un tasso che faceva i suoi bisogni nel suo silo. Una sera, tornando a casa, pensò di vedere "una di quelle fastidiose donnole" salire su un albero. 


Anche da bambino, quando teneva il pollame, le donnole lo uccidevano. E non molto tempo fa, hanno devastato il suo allevamento di fagiani, ha detto. Così, quando ha visto due occhi a tre o quattro metri di altezza, ha sparato. Solo che si trattava di un gatto ("che è anche una bestia sporca", ha esclamato l'uomo come riportato da "Le Quotidien Jurassien") e non di una faina.

Dopo aver presentato ricorso a un'ordinanza penale che lo privava della sua patente di caccia per due anni, il pensionato ha ottenuto un ritiro per un anno e un altro anno sospeso per cinque anni, così come una riduzione della multa da 3000 a 2000 franchi, dato il suo modesto reddito. Per il giudice, sparare a un gatto invece che a una faina non è una prova di grande attenzione alla natura e la condanna era quindi giustificata.

Guarda anche 

Carcere e espulsione per tre ladri di orologi

Tre uomini, due cittadini algerini e un cittadino libico, sono stati riconosciuti colpevoli di furto a Ginevra. La corte non ha avuto dubbi sul fatto che i tre operass...
25.11.2022
Svizzera

Somministra del sonnifero alla collega e poi abusa di lei, condannato

Il Tribunale federale ha confermato la condanna a tre anni e mezzo di carcere per coercizione sessuale nei confronti di un uomo tedesco di 47 anni. Insieme alla sua compa...
24.11.2022
Svizzera

Una studentessa condannata per aver comandato un puntatore laser su Internet

Una studentessa di Friburgo voleva acquistare un puntatore laser per fare aiutarla durante le presentazioni. Trovandoli troppo costosi nei negozi, ne ha ordinato uno s...
23.11.2022
Svizzera

La CEDU condanna la Svizzera per non aver riconosciuto la paternità di due uomini gay

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha stabilito che la Svizzera ha violato il diritto alla privacy di un bambino rifiutandosi di riconoscere la paternit&ag...
23.11.2022
Svizzera