Sport, 21 marzo 2022

“Abbiamo carattere da vendere. Non volevamo tornare a Ginevra!”

McSorley ha analizzato la vittoria ottenuta contro le Aquile che ha permesso al Lugano di qualificarsi per i playoff dove sfiderà lo Zugo

LUGANO – C’è un voluto un guizzo, o meglio una fucilata, di Alatato in pieno overtime per stendere il Ginevra e lanciare il Lugano nei playoff. Dopo la vittoria di venerdì nella città di Calvino, i bianconeri hanno chiuso la pendenza in casa, chiudendo la serie sul 2-0, regalandosi così il temibilissimo quarto di finale contro lo Zugo. A esser sinceri, per come si era messa la stagione, potersela giocare contro i campioni in carica è già un successo, anche se la vita degli uomini di McSorley sarà tutt’altro che facile a partire da venerdì. “Due grandi squadre, entrambi abbiamo lottato su ogni disco e fino alla fine, ma alla fine abbiamo trovato la strada per centrare questo successo importantissimo”, ha esordito a fine partita proprio l’head coach bianconero. 

 
 
“Siamo stati bravi, 22 giocatori che hanno giocato come una squadra, come un’organizzazione vera e propria. Anche il Ginevra è stato in grado di opporsi in maniera coriacea e caparbia e sapevamo che un minimo dettaglio poteva fare tutta la differenza del mondo… anche un singolo rimbalzo, come è stato alla fine in occasione della rete di Alatalo. Nell’overtime devi sfuttare le poche occasioni che riesci a crearti, specialmente in momenti come questi: ora siamo ai playoff e tutto riparte da zero”.
 
 
Cosa hai veramente pensato quando Riva ha centrato la traversa a meno di 3” dalla fine del terzo tempo?
Il mio cuore è rimasto in panchina. Gli occhi hanno seguito il disco, il cuore è balzato fuori ed è rimasto in panchina. Ma avevamo grande confidenza e sicurezza in noi stessa, anche in vista dell’overtime. Siamo un’ottima squadra… e siamo scesi dal bus con quella rete di Alatalo! Non avevamo voglia di ritornare a Ginevra. Sono veramente fiero dei miei ragazzi, hanno carattere da vendere.

Guarda anche 

Piccolo grande Malcantone: “Questo titolo è un’impresa”

LUGANO - Pio Ruspini è un presidente felice. A 38 anni dalla fondazione, il Malcantone, che inizialmente si chiamava Club Skater Hockey Agno, è di...
29.11.2022
Sport

I biancoblù provano la fuga ma i ZSC Lions reagiscono

ZURIGO - Seconda sconfitta consecutiva per la squadra di Luca Cereda (ieri alla sua 300esima partita sulla panchina biancoblù). Dopo il Bienne, ieri è ...
27.11.2022
Sport

Lugano, eccoti la pausa più dolce possibile

LUGANO – YB 35 punti. Servette, secondo, 25. La classifica di Super League, per quanto concerne la lotta per il titolo, sembra bella che impacchettata: andare a pre...
14.11.2022
Sport

Prima di Steffen ci fu Vivas: ma sono già passati 24 anni

LUGANO - Prima di Renato Steffen, chiamato da Murat Yakin per gli imminenti Mondiali del Qatar, chi è stato l’ultimo bianconero ad essere convocato per ...
14.11.2022
Sport