Svizzera, 04 marzo 2022

Filmava le donne nei bagni pubblici con delle telecamere nascoste, condannato

Per sei mesi dall'inizio del 2020 un uomo di 54 anni ha piazzato delle telecamere nascoste in diversi gabinetti pubblici dell'Alto Vallese. L'uomo aveva posto le telecamere nei bagni della funivia di Bettmeralp, in un ristorante di Visp, nei bagni della Matterhorn Gotthard Bahn e delle Ferrovie Federali Svizzere, così come in altri tre bagni che la polizia non ha ancora potuto identificare.

Secondo l'ordinanza penale della procura dell'Alto Vallese, riportata dal "Walliser Bote", il 54enne consumava da anni film pornografici zoofili e pedofili prima di commettere i suoi reati nei bagni pubblici. Ha detto agli inquirenti che a un certo punto ha perso interesse in questi video e ha trovato un modo per esagerare sessualmente con le telecamere nascoste. Ha confessato di aver piazzato i dispositivi di spionaggio nei bagni pubblici almeno 30 o 40 volte. Nascondeva queste telecamere all'altezza dei lavandini o nei rilevatori di incendi. 


Ha detto agli inquirenti che aveva pulsioni sessuali verso i minori e le giovani donne. Secondo l'ordinanza penale, 379 film e foto di varie donne sono stati sequestrati al voyeur.

L'uomo ha precedenti condanne per infrazioni stradali, infrazioni di cui l'autorità penale ne ha tenuto conto nella sua sentenza. L'imputato è stato quindi giudicato colpevole di molteplici violazioni della privacy e della segretezza con dispositivi di registrazione, furto, violazioni multiple della casa e pornografia. È stato condannato al pagamento di 165 aliquote giornaliere a 80 franchi (13'200 franchi) sospeso per un periodo di due anni. Dovrà anche pagare una multa di 600 franchi, spese legali di 950 franchi e spese processuali di 1500 franchi. Tutte le riprese video e le foto confiscati sono stati distrutti dalla polizia. Poiché il condannato non ha fatto ricorso, la sentenza è entrata in vigore a metà febbraio 2022.

Guarda anche 

7 anni di carcere e espulsione per aver “scalpato” un uomo

Il tribunale penale di Littoral e Val-de-Travers, nel canton Neuchâtel, ha condannato uno spacciatore a sette anni di carcere per tentato omicidio, reati gravi e vi...
03.02.2023
Svizzera

Dipendente dall'assistenza, riesce a evitare l'espulsione perchè è diventato pensionato

Un pensionato spagnolo è riuscito a evitare l'espulsione dalla Svizzera grazie al ricorso presentato al Tribunale federale. Il suo cantone di residenza, Appenz...
03.02.2023
Svizzera

Condannato a 9 anni di carcere e espulsione per avere quasi ucciso la sua stessa figlia

Un cittadino iracheno di 53 anni è stato processato per tentato omicidio contro la sua figlia. Secondo l'accusa, nell'agosto 2019 l'uomo aveva scagl...
14.01.2023
Svizzera

Gli ritirano la patente per un eccesso di velocità all'estero

Nel settembre 2019 un automobilista vodese era stato ripreso guidare su un'autostrada tedesca a una velocità di 228 km/h su un tratto limitato a 120 km/h. Un m...
13.01.2023
Svizzera