Sport, 27 febbraio 2022

L'HCL si butta via: i playoff ormai sono una chimera

Due sconfitte, molto simili, nell'arco del weekend condannano quasi matematicamente i bianconeri ai pre playoff

LUGANO - Per circa una decina di minuti il Lugano ha dato l'impressione sia in casa contro lo Zugo che a Davos di poter far suo il match e rilanciare le proprie quotazioni in chiave-playoff diretti. Gioco a tutto campo, pressing aggressivo, Arcobello a dettare il gioco e Morini a trascinare. Poi, come spesso e volentieri succede in seno alla squadra bianconera, è bastata la solita amnesia difensiva per permettere ai Tori e ai grigionesi di tornare in partita. Ancora una volta, sissignori, grazie ad una rete in inferiorità numerica (di Rasmussen). Era già successo venerdì in casa contro lo Zugo! 



A questo punto il Davos ha preso coraggio e pur concedendo il controllo del disco agli avversari, ha potuto portare avanti il proprio piano di partita, con veloci verticalizzazioni che hanno messo in difficoltà i ticinesi. La rete del primo vantaggio locale di Prassl non deve dunque stupire anche se, ad onor del vero, i bianconeri avrebbero potuto passare almeno in un paio di circostanze.


Nel periodo conclusivo, la squadra di Mc Sorley ha calato il ritmo (è subentrata una certa stanchezza) e il Davos si è difeso con ordine, segnando addirittura il 3-1: ancora in inferiorità numerica! Inquietante e incredibile: in due partite il Lugano ha incassato tre gol in shorthand. I buoi sembrano così usciti dalla stalla, i playoff diretti sono lontanissimi.

Guarda anche 

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugan...
05.08.2022
Sport

Lo sport ticinese fa gli auguri alla Svizzera

LUGANO – Un’immagine di Mattia Croci-Torti durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Svizzera con tanto di bandiera elvetica in mano, un’altr...
01.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

C’è il marchio finlandese sulla storia del Lugano

LUGANO - Con l’arrivo di Mikko Koskinen, Oliwer Kaski e Markus Granlund si allunga la lista di giocatori finlandesi ingaggiati dal Lugano. ...
26.07.2022
Sport