Svizzera, 26 gennaio 2022

Il Consiglio federale rinuncia ai Giochi olimpici di Pechino

Il Consiglio federale ha annunciato mercoledì che nessun membro del governo svizzero rappresenterà ufficialmente la Svizzera a Pechino alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali del 2022. Il motivo ufficiale dell'abbandono è la pandemia di Coronavirus: "A causa della situazione sanitaria incerta in Svizzera e delle misure di lotta contro la pandemia di coronavirus in Cina, che impediscono sostanziali incontri bilaterali e contatti con gli atleti svizzeri, il Consiglio federale ha deciso di non viaggiare ai Giochi Olimpici e Paralimpici invernali del 2022 a Pechino" si legge nel comunicato del governo.


L'assenza del Consiglio federale era in parte già attesa dato che il presidente della Confederazione, Ignazio Cassis, aveva già lasciato intendere di non volersi recare in Cina. Va ricordato che il presidente aveva dichiarato davanti al Parlamento che la Svizzera non avrebbe aderito al boicottaggio diplomatico dei paesi anglosassoni come aveva suggerito il gruppo dei Verdi. Diversi altri paesi, soprattutto anglosassoni, hanno deciso di non mandare rappresentanti alle Olimpiadi per protesta contro il governo cinese.

Guarda anche 

Negozi spenti e temperature massime per le lavatrici, il CF presenta le restrizioni in caso di penuria di energia

Il rischio di una carenza di energia questo inverno hanno spinto il Consiglio fedearle a elaborare un piano in più fasi per far fronte alle possibili conseguenz...
24.11.2022
Svizzera

Successione Maurer, l'UDC propone Albert Rösti e Hans-Ueli Vogt

In una riunione tenutasi venerdì a Hérémence (VS), i membri del gruppo UDC alle Camere federali hanno deciso di candidare Albert Rösti (BE) e...
19.11.2022
Svizzera

In Consiglio federale una "battaglia nascosta" per i dipartimenti di Maurer e Sommaruga

Le partenze di Ueli Maurer e Simonetta Sommaruga liberano due dipartimenti chiave del Consiglio federale. Dietro le quinte, è già in corso una battaglia ...
15.11.2022
Svizzera

Confusione (e silenzio) su un affare di spionaggio del Consiglio federale

Nel maggio 2022 un gruppo di hacker indiani sarebbe stata incaricata di spiare il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e il vicepresidente Alain Berset, stando ...
14.11.2022
Svizzera