Sport, 13 gennaio 2022

Djokovic si allena, ma gli australiani lo vogliono fuori dal Paese…

Il serbo si prepara all’Australian Open al Melbourne Park, dopo il sorteggio del tabellone il direttore del torneo non parla ma il ministro dell’Immigrazione prende ancora tempo

MELBOURNE (Australia) – Ogni giorno che passa, ogni ora che trascorre, il caso Djokovic diventa sempre più una maratona. All’indomani delle sue confessioni e ammissioni di colpa, sia in merito ad aver sostenuto un’intervista da positivo sia al fatto di aver dichiarato il falso sul visto, Nole è ancora in Australia e questa mattina è tornato ad allenarsi al Melbourne Park per farsi trovare pronto per l’inizio del primo Slam stagionale.
 
 
Slam che, tra l’altro, ha visto il sorteggio dei tabelloni, col serbo presente e che al primo turno dovrebbe sfidare il connazionale Keckmanovic. Ma la situazione relativa al serbo non cambia, stando a quanto riferito dal premier australiano Morrison in conferenza stampa. Insomma: il Governo australiano intende portare avanti la sua linea d’azione procedendo all’espulsione di Djokovic per non creare un pericoloso precedente. L’ultima parola, ovviamente, spetta
ad Alex Hawke, ministro dell’Immigrazione, la cui decisione in merito al visto – tanto attesa – tarda ad arrivare perché sono stati analizzati altri documenti forniti dall’avvocato del numero 1 al mondo. In ogni caso, stando al “Sydney Morning Herald”, nessun provvedimento verrà presa oggi, nonostante in Australia ben l’83% dei partecipanti a un sondaggio indetto dal “News Corp” (circa 60'000 i votanti) sia favorevole alla sua espulsione.
 
 
Se nel frattempo il direttore dello Slam, Craig Tiley ha preferito non rispondere alle domande dei giornalisti in merito a Nole, è altrettanto vero che in Spagna si indaga sulla presenza di Djokovic a Marbella prima della partenza per l’Australia: nel periodo in cui il numero 1 al mondo si è allenato sul suolo spagnolo l’ingresso era vietata ai turisti stranieri non vaccinati. A rivelarlo è “COPE”.

Guarda anche 

Viola l'isolamento per prestare soccorso a un motociclista ferito, viene multata

Il 23 aprile 2020, in pieno primo lockdown, una 56enne abitante di Ospedaletto Euganeo, comune italiano nei pressi di Padova, si trovava a casa in isolamento a causa d...
21.01.2022
Mondo

L'UFSP dovrà rendere pubblici i contratti con i produttori di vaccini

Lo scorso agosto l'avvocato e granconsigliere UDC del canton Soletta Rémy Wyssmann aveva chiesto la pubblicazione dei contratti tra l'Ufficio federale d...
21.01.2022
Svizzera

Il Regno Unito annuncia la fine delle misure anti-covid

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha annunciato mercoledì che la maggior parte delle restrizioni anti-Covid attualmente in vigore in Inghilterra avranno f...
20.01.2022
Mondo

Djokovic pronto a far causa all’Australia: 5'000'000 di dollari di risarcimento

BELGRADO (Serbia) – Novak Djokovic è a Belgrado, con un Paese che lo sostiene, che lo ritiene un eroe e tutto questo sembrerebbe aver rinforzato le sue convi...
20.01.2022
Sport