Svizzera, 03 gennaio 2022

Pensionato cattura troppi topi e manda in crisi i conti del comune

Pratica oggi poco conosciuta, in Svizzera molti comuni offrono una ricompensa per ogni topo catturato. Si tratta di una tradizione che risale a più di 100 anni fa, quando i campi potevano essere invasi e rovinati da questi roditori. Ma nel piccolo comune argoviese di Remetschwil, tuttavia, la tradizione è giunta alla fine: il comune alle pendici dell'Heitersberg smetterà di pagare questa indennità il 31 dicembre 2021. Il motivo? Un arzillo pensionato che riusce a catturare fino a 500 topi al giorno e stava per mettere in crisi i conti del comune.


Il signore in questione si chiama Andreas Schären, 67 anni, e passa le sue giornate a dare la caccia ai topi. Dopo averli catturati, taglia le code degli animali e le raccoglie in un barattolo. Alla fine della settimana, li porta in comune dove riceve 1 franco per ogni coda.

"Il numero di code consegnate è esploso improvvisamente", ha detto al Blick il segretario comunale Roland Mürset. In precedenza, il comune raccoglieva 200 code all'anno. Oggi, può essere più del doppio in un solo mese. "Poiché non è obbligatorio continuare la tradizione, abbiamo messo fine ad essa", continua.

Una decisione che ha fatto disperare Schären. "Penso che sia una vergogna – racconta al Blick - la caccia al topo è un'attività salutare nella natura che ti mantiene in forma. Gli permette di incontrare
e parlare con la gente, il che lo motiva. "Ma ora penso di aver fatto saltare il budget della comunità", ride.

Quando era bambino, cacciava i topi nella fattoria di famiglia per sbarcare il lunario. All'epoca, riceveva 50 centesimi per ogni coda di topo. Dopo essere andato in pensione due anni fa, ha ricominciato. "Quando ero in deltaplano nei campi di Remetschwil, ho notato che c'era un numero incredibile di topi", spiega. Ha detto al comune che avrebbe voluto fare qualcosa al riguardo, e loro non hanno avuto problemi.

L'energico 67enne si è quindi dotato di 72 trappole per cacciare i topi. Ogni giorno li sistema nei campi, cosa che gli richiede un'ora e mezza. Poi controlla più volte al giorno quanti topi ha catturato. "Il mio record in un giorno è 128. In totale, ho catturato più di 6'000 topi in due anni", spiega Schären.

E la decisione delle autorità comunali non ha deluso solo il pensionato. Da quando ha iniziato la sua "attività" ricevuto solo reazioni positive dagli agricoltori di Remetschwil. "Erano felici che qualcuno mettesse un freno alla proliferazione dei topi", dice il pensionato. Non sa ancora come si svilupperanno le cose nel nuovo anno. Anche se il denaro non era la priorità di Andreas Schären, lui crede che il lavoro debba essere pagato: "Di certo non lo farò gratis!"

Guarda anche 

A processo per aver cercato di strangolare la vicina mentre dormiva

Una famiglia residente nel canton Argovia ha vissuto una notte di orrore la scorsa estate, quando una bambina di 9 anni è stata svegliata dal vicino 17enne che cer...
10.05.2024
Svizzera

Ricercato dalla polizia, su Internet prende in giro la Svizzera: "Sono già tornato quattro volte"

Il tunisino Omir V. (nome di fantasia) è uno dei latitanti più ricercati della Svizzera. Mentre la polizia è alla ricerca di questo violento gi&agrav...
12.04.2024
Svizzera

Condannato a 19 anni di carcere per aver seppellito un amico in una grotta

La Corte Suprema del Canton Argovia non ha riconosciuto l'irresponsabilità dell'imputato e ha confermato la pena detentiva dell'"assassino delle c...
26.03.2024
Svizzera

Fa ricorso al Tribunale federale dopo aver perso la patente, ma le costa caro

Un'automobilista argoviese di 65 anni si è rivolta al Tribunale federale per contestare il ritiro della sua patente di guida. Nell'aprile 2020 la donna ave...
31.01.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto