Ticino, 22 novembre 2021

PSE: tutti a votare sì!

Ormai siamo agli sgoccioli: manca una settimana al verdetto popolare sul Polo sportivo e degli eventi (PSE) di Lugano.

Il PSE non è solo un progetto sportivo. E’ la riqualifica di un pezzo di città. Di un pezzo importante. Cornaredo è al contempo una porta d’accesso di Lugano e crocevia di tre quartieri popolosi. Oggi questa ampia area risulta abbandonata a sé stessa. Un domani, se passerà il Sì, tanti cittadini - di tutta Lugano - potranno disporre di nuove infrastrutture e di spazi pubblici ed aggregativi di qualità.

Il PSE è un progetto davvero per tutti, che la formula di finanziamento pubblico-privato rende sostenibile.

Da mesi l’ammucchiata contronatura dei contrari composta da anziani possidenti PLR incapaci di rassegnarsi alla perdita del POTERE, sfascisti bellinzonesi del Mp$ calati a Lugano a solo scopo di visibilità ed incattiviti “Neinsager” $ocialisti - diffonde
fandonie sul progetto in votazione. Fake news che vengono smentite una dopo l’altra. A partire dal piano B, che non esiste. Se il PSE verrà bocciato, a Cornaredo non si batterà un chiodo per due decenni.

Al club dei sabotatori del Polo sportivo, del futuro di Lugano non potrebbe fregare di meno. L’unico comune denominatore è la volontà di “farla” al Municipio. Di affossare tutto l’affossabile per partito preso. Perché la maggioranza relativa è dell’odiata Lega. Bieca politichetta dunque, su cui si inserisce la difesa di interessi pecuniari personali contrari all’interesse pubblico.

E’ quindi importante che andiamo tutti a votare un SI’ convinto al PSE. Noi leghisti per primi. Per dare un futuro migliore alla nostra città! Così come avrebbe voluto il compianto sindaco Marco Borradori. Che al Polo sportivo teneva moltissimo.

Lorenzo Quadri / MDD

Guarda anche 

I biancoblù rialzano la testa. Bianconeri sempre a corrente alternata

AMBRÌ/BIENNE - Serata agrodolce per le squadre ticinesi di National League. L'Ambrì Piotta è infatti tornato a vincere mentre il Lugano, che...
04.12.2022
Sport

Lugano, eccoti la pausa più dolce possibile

LUGANO – YB 35 punti. Servette, secondo, 25. La classifica di Super League, per quanto concerne la lotta per il titolo, sembra bella che impacchettata: andare a pre...
14.11.2022
Sport

Prima di Steffen ci fu Vivas: ma sono già passati 24 anni

LUGANO - Prima di Renato Steffen, chiamato da Murat Yakin per gli imminenti Mondiali del Qatar, chi è stato l’ultimo bianconero ad essere convocato per ...
14.11.2022
Sport

Ribattere il Winterthur e poi tutti in pausa felici

LUGANO - Pausa: Il campionato del Lugano - e delle altre 9 compagini di Super League - termina oggi. Alle 16.30 a Cornaredo si rivede il Winterthur, già ...
13.11.2022
Sport