Mondo, 15 novembre 2021

Roma, 14enne picchiata dalla famiglia perchè non indossa il burqa

Aggredita dalla famiglia perchè si rifiuta di indossare il burqa. Una 14enne originaria del Bangladesh residente a Ostia, nei pressi di Roma, è stata ripetutamente picchiata dal fratello 17enne e dalla madre perchè non seguiva abbastanza rigidamente i dettami islamici, fra cui indossare il burqa. Una serie di violenze psicologiche e fisiche che sarebbero andate avanti per mesi con la minaccia che, se non avesse seguito la linea imposta dalla famiglia, sarebbe stata rimandata in Bangladesh.

Come riportano i media italiani, la giovane ha poi finalmente trovato il coraggio di sporgere denuncia ai carabinieri che ora stanno indagando sui maltrattamenti in famiglia che la giovane vittima avrebbe subito. Secondo quanto raccontato, la ragazza avrebbe subito da tempo una serie di minacce e offese. Imposizioni mai digerite e che, secondo quanto trapelato finora, sarebbero degenerate nello scorso fine settimana quando, sabato, la 14enne sarebbe stata picchiata dal fratello.

Stanca e spaventata, forse senza via d'uscita, l'adolescente si è fatta coraggio presentandosi a una stazione dei carabinieri di Ostia. Secondo quanto ha raccontato alle forze dell'ordine, l'oppressione domestica andava avanti da mesi.

La ragazza ha riferito di essere stata graffiata in faccia, presa a calci e schiaffi dal fratello 17enne. Una violenta aggressione con il giovane studente di Ostia, che avrebbe anche sbattuto la testa contro un mobile a causa di una spinta. Dopo la lite, riuscendo a scappare, domenica ha raggiunto il posto di polizia raccontando quanto vissuto: "Vogliono mandarmi in Bangladesh. Io non voglio", ha detto ai carabineri che hanno raccolto la sua testimonianza.

Accompagnata all'ospedale, è stata visitata dai medici secondo cui ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni. I carabinieri, che ora stanno indagando per ricostruire l'esatto contesto familiare e approfondire la denuncia della 14enne, hanno portato la giovane in una struttura protetta.

Nel frattempo, la madre e il fratello della 14enne sono stati denunciati per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Anche la posizione di altri parenti è al vaglio degli inquirenti. Trattandosi di una vicenda molto delicata, che coinvolge anche due minori, i carabinieri stanno cercando di ricostruire tutti i dettagli.

Guarda anche 

Thürkauf trascina i rossocrociati

HELSINKI (Finlandia) - Bella e corroborante vittoria della nazionale rossocrociata che, senza tanti complimenti e contro un avversario comunque di caratura tecnicame...
15.05.2022
Sport

In Svizzera solo perchè non può essere espulso, un estremista islamico insegna religione a giovani e bambini

Un islamista ex membro dell'ISIS che può rimanere in Svizzera solo perchè non può essere espulso insegna arabo e religione. Attivo nella moschea ...
12.05.2022
Svizzera

“Pochi nomi eccellenti? Forse, ma ci sarà battaglia”

LUGANO - Luca Gialanella, giornalista del quotidiano sportivo la Gazzetta dello Sport nonché inviato al Giro d’Italia iniziato venerdì in Un...
10.05.2022
Sport

Varenyky al burro e pollo alla Kiev: quando a scuola il menù diventa ucraino

ROMA (Italia) – Un menù speciale tutto dedicato all’Ucraina: è l’iniziativa partita a Roma nelle scuole comunali, a partire da quelle per ...
05.05.2022
Magazine