Mondo, 12 giugno 2021

Centinaia di pesci morti sul lato italiano del Ceresio: "È avvelenamento"

Centinaia di pesci morti sono stati rinvenuti lo scorso fine settimana a Porto Ceresio, sulla riva italiana del Lago di Lugano.  Vaironi, trote salmerine, agoni e scardole, trovati senza vita dall’ambientalista Carlo Ippoliti nel rio Bolletta, un piccolo affluente del lago.

L’ipotesi più probabile, spiega La Prealpina, è che si sia trattato di un avvelenamento chimico. Il Comitato partecipazione comune di Porto Ceresio intende sporgere denuncia
contro ignoti per inquinamento ambientale.

“Si presume  - sostiene il comitato - che tale morìa di diverse specie ittiche abbia vanificato, in un solo pomeriggio, anni di tentativi avviati per il ripopolamento di pesci autoctoni nei torrenti della Valceresio”.

L’inquinamento ha raggiunto anche il Lago di Lugano, come dimostra il fatto che alla foce del piccolo fiume sono state rinvenute diverse carpe morte.

Guarda anche 

Inghilterra-USA, anno 1950: la brutta figura dei “maestri”

LUGANO - La sorprendente sconfitta dell’Argentina contro l’Arabia Saudita ai Mondiali del Qatar conferma, semmai ce ne fosse bisogno, che nel calcio come...
01.12.2022
Sport

Braccio di ferro tra Francia e Italia sui migranti

La Francia ha accettato, “a titolo eccezionale”, lo sbarco dei migranti a bordo della nave Ocean Viking, che da due settimane aspetta al largo dell'Ita...
11.11.2022
Mondo

Giorgia Meloni ufficialmente nominata Premier d'Italia

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni è stata incaricata di formare un governo dal Presidente Sergio Mattarella, ha annunciato il segretario general...
21.10.2022
Mondo

Italia, il centrodestra si assicura la maggioranza assoluta in parlamento. Meloni probabile premier

La coalizione di centrodestra guidata da Fratelli d'Italia ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi in entrambe le camere del Parlamento alle elezioni italian...
27.09.2022
Mondo