Mondo, 12 giugno 2021

Centinaia di pesci morti sul lato italiano del Ceresio: "È avvelenamento"

Centinaia di pesci morti sono stati rinvenuti lo scorso fine settimana a Porto Ceresio, sulla riva italiana del Lago di Lugano.  Vaironi, trote salmerine, agoni e scardole, trovati senza vita dall’ambientalista Carlo Ippoliti nel rio Bolletta, un piccolo affluente del lago.

L’ipotesi più probabile, spiega La Prealpina, è che si sia trattato di un avvelenamento chimico. Il Comitato partecipazione comune di Porto Ceresio intende sporgere denuncia
contro ignoti per inquinamento ambientale.

“Si presume  - sostiene il comitato - che tale morìa di diverse specie ittiche abbia vanificato, in un solo pomeriggio, anni di tentativi avviati per il ripopolamento di pesci autoctoni nei torrenti della Valceresio”.

L’inquinamento ha raggiunto anche il Lago di Lugano, come dimostra il fatto che alla foce del piccolo fiume sono state rinvenute diverse carpe morte.

Guarda anche 

Pass sanitario obbligatorio in Italia a partire dal 6 agosto

L'Italia, dopo la Francia, introdurrà a sua volta il 6 agosto l'obbligo di presentare una prova di essere vaccinati, guariti o un test negativo contro il C...
23.07.2021
Mondo

Uccide il cane e lo trascina col furgone: pubblica tutto sui social. “Una vendetta mantenuta”

MAZARA DEL VALLO (Italia) – 44 anni e una mente folle da far ribrezzo: i carabinieri di Mazara del Vallo hanno arrestato un 44enne per aver ucciso un animale, deten...
16.07.2021
Magazine

Vince l’Italia, festa in strada: ammazzano un pregiudicato e feriscono il nipotino

SAN SEVERO (Italia) – Un 42enne con precedenti di droga è stato ucciso a colpi di pistola a San Severo, in provincia di Foggia, sfruttando i festeggiamenti d...
13.07.2021
Magazine

Dalle ceneri al trionfo: la vittoria dell’Italia

LONDRA (Gbr) – 13 novembre 2017-11 luglio 2021. Dalla serata nera dell’Italia pallonara di San Siro al successo europeo di Wembley. In 3 anni e mezzo ne &egra...
12.07.2021
Sport