Mondo, 27 maggio 2021

L'ex direttore della SSR si mette a salvare migranti

Roger de Weck, direttore generale della SSR tra il 2011 e il 2017, è entrato a far parte del comitato di SOS Méditerranée Suisse, la sezione elvetica di una ONG che si occupa di raccogliere migranti in mare.

“SOS Méditerranée difende una grande causa – ha detto de Weck poco dopo la sua nomina -. Una causa esistenziale per migliaia di naufraghi ed essenziale per i diritti umani. Per me è un onore entrare a farne parte”.

Del comitato fa già parte, tra gli altri, anche l’ex procuratore generale ed ex consigliere agli Stati ticinese Dick Marty.

Intervistato da Le Matin,
de Weck ha sin da subito auspicato un maggior coinvolgimento della Svizzera nelle operazioni di salvataggio nel Mediterraneo. “A fine aprile il nostro battello Ocean Viking – ha spiegato l’ex direttore della SSR – ha soccorso 236 persone che erano in pericolo di morte sui loro gommoni, tra cui 119 minori non accompagnati. Il crescente numero di minori non può lasciare indifferente”.


In concreto, de Weck sostiene che “la Svizzera, con la sua tradizione umanitaria, potrebbe operare di concerto con i Paesi vicini per mettere in moto un meccanismo di sbarco dei migranti che sia prevedibile e coordinato”.

Guarda anche 

Richiedenti l'asilo in paesi extraeuropei, "la Svizzera segua l'esempio della Danimarca"

Perchè la Svizzera non segue l'esempio della Danimarca? Il paese nordico ha approvato settimana scorsa una legge per aprire centri di accoglienza per i migrant...
07.06.2021
Svizzera

La Danimarca bloccherà del tutto l’arrivo di nuovi migranti

La Danimarca vuole porre fine all'immigrazione indiscrimata sul suo territorio. Come riportato dai media, il paese nordico ha approvato giovedì 3 giugno una le...
04.06.2021
Mondo

Espulso nel 1997, è ancora in Svizzera (e probabilmente ci resterà)

La sua domanda d’asilo è stata respinta il 26 agosto 1997. Ma lui è ancora qui. E molto probabilmente potrà restarci, visto che nel frattempo i...
04.06.2021
Svizzera

Fiamme in un centro asilanti, danni per decine di migliaia di franchi, arrestato un iracheno

Un incendio è divampato mercoledì mattina attorno alle 3 nel centro di accoglienza per richiedenti l’asilo di Winterthur (ZH). I pompieri, prontame...
26.05.2021
Svizzera