Svizzera, 22 aprile 2021

Scoperta un’impresa di pittura in nero: nemmeno il titolare aveva un permesso

Il titolare di un’impresa di pittura e i suoi cingue impiegati – tutti cittadini kosovari o albanesi – sono stati fermati lunedì mattina dalla polizia cantonale di San Gallo nel corso di un controllo contro il lavoro nero.

Tutti e sei gli uomini, tra i 25 e i 53 anni di età, sono risultati essere sprovvisti sia di un permesso di lavoro, sia di un permesso di soggiorno in Svizzera.

Quattro di loro – spiega la polizia cantonale di San Gallo in un
comunicato – sono stati fermati nella sede dell’impresa a St. Margrethen. Gli altri due invece mentre erano all’opera a Widnau.

L’Ufficio della migrazione del canton San Gallo ha in seguito decretato l’espulsione dei cinque dipendenti. Mentre al titolare, al beneficio di un permesso di soggiorno tedesco, è stato notificato un provvedimento di allontanamento.

Tutti e sei gli uomini sono inoltre stati denunciati al Ministero pubblico.

Guarda anche 

Il Lugano sarà bruttino, ma torna a vincere

LUGANO – Certo, se si vuole il calcio champagne, è meglio guardare altrove, ma è innegabile che quando il Lugano gioca questo tipo di partite, in cui ...
22.04.2021
Sport

In dogana con 351 confezioni di lamette per rasoio

Hanno detto di non avere nulla da dichiarare, invece avevano nascosto nel furgone 351 confezioni di lamette per rasoio. Cinque persone che si trovavano a bordo di un f...
20.04.2021
Svizzera

Doganiere trascinato da un'auto, è grave

Un doganiere di 57 anni ha riportato gravi ferite alla testa dopo essere stato trascinato per diversi metri da un’auto, ieri pomeriggio attorno alle 16, al valico d...
14.04.2021
Svizzera

San Gallo: scopre che la figlia ha già fatto sesso e tenta di ucciderla

Un 47enne eritreo è comparso ieri in aula penale a Rorschach (SG) per rispondere delle accuse di tentato omicidio intenzionale, furto e violazione di domicilio. In...
14.04.2021
Svizzera