Svizzera, 15 marzo 2021

"L'UFSP non è abbastanza competente per gestire le crisi"

Nella corsa globale alla vaccinazione, la Svizzera procedere e negli scorsi giorni è stata superata pure da Marocco e Serbia. Ciò è dovuto alla mancanza di competenza delle autorità svizzere nella gestione delle crisi, secondo il "Sonntags Blick" che sui problemi e i ritardi della campagna di vaccinazione ha dedicato un lungo articolo.

Nell'edizione di ieri, il giornale svizzero riporta le molte occasioni perse da Berna per recuperare il ritardo nell'acquisto di vaccini contro il Covid-19. Recentemente, per esempio, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha rifiutato l'offerta di Lonza di avere una linea di produzione del vaccino Moderna nella sua fabbrica vallesana per uso proprio. Questo è tuttavia stato negato dal ministro della sanità Alain Berset venerdì in Conferenza stampa.

Secondo il "Sonntags Blick", la Confederazione ha perso ancora una volta la sua occasione, come quando ha rifiutato il vaccino Sputnik dalla Russia o il vaccino della società americana Johnson & Johnson.

Il governo giustifica la lentezza delle vaccinazioni con ritardi nelle consegne in tutto il mondo, invocando inoltre la mancanza di una base giuridica. A Berna, l'amministrazione deve prima chiarire se tutto è legalmente in ordine.

Andreas Faller, ex vice direttore dell'UFSP, ritiene che mentre il governo federale ha molti esperti di alto livello, manca di know-how nella gestione delle crisi. "L'UFSP è fortemente diretto da direttive politiche", dice.

Ciò significa che i dipendenti pubblici non sono sufficientemente motivati a dare un contributo critico, e le competenze esistenti non sono sufficientemente utilizzate.

Guarda anche 

Vaccinazione, chiamate e visite a domicilio per convincere gli indecisi

La settimana nazionale di vaccinazione annunciata venerdì scorso da Alain Berset con un budget di 150 milioni di franchi sarà lanciata durante il mese di no...
03.10.2021
Svizzera

"Berset non ha il controllo né del Covid né dell'UFSP"

Il gigante farmaceutico svizzero Roche, in collaborazione con la società americana Regeneron, ha sviluppato un farmaco fortemente promettente contro il Covid-19. L...
15.04.2021
Svizzera

"Il Consiglio federale vuole la terza ondata virale in Ticino"

Rinunciando a introdurre misure al confine con l'Italia "il Consiglio federale ripete lo stesso errore dell'anno scorso" lasciando che il Ticino subisca...
15.03.2021
Ticino

"Misure al confine per contenere il contagio dalla Lombardia"

Vista la situazione in Lombardia sul fronte pandemico sono necessarie misure urgenti al confine. Lo sostiene il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri, il quale ha presenta...
08.03.2021
Svizzera