Mondo, 16 novembre 2020

"Per ogni paese europeo che scompare demograficamente, nello stesso periodo appare un paese africano", la soluzione di Macron ai problemi del mondo

Il presidente francese Emmanuel Macron ha sostenuto la necessità di una revisione radicale dei sistemi sociali ed economici globali, sostenendo che i cambiamenti demografici e altre questioni richiederanno nuovi modi per distribuire risorse limitate.

In un'ampia intervista al Groupe d'Études Géopolitiques, il presidente francese ha affermato che il "Consenso di Washington", da lui definito "una logica monolitica basata sull'accumulo di profitti", è obsoleto e che le nazioni devono abbracciare nuovi modelli economici, politici e sociali per superare le crisi attuali, tra cui la crisi del coronavirus e il terrorismo. 

Ha anche avvertito che le "teorie maltusiane" sulla sovrappopolazione diventeranno più diffuse a meno che non ci sia una "riconcezione del mondo" che affronti "la scarsità delle risorse" e i cambiamenti demografici. Come esempio Macron ha citato i cambiamenti demografici in Africa e in Europa: “Se si prende la regione Europa-Africa, per ogni paese europeo che scompare demograficamente, nello stesso periodo appare un paese africano. Stiamo assistendo a una sorta di accelerazione dei cambiamenti della storia”.

Avvertendo che il mondo è a un "punto di rottura", ha detto che il "capitalismo contemporaneo" deve subire una trasformazione.

Ha proposto di sostituire il "Consenso di Washington" con un "Consenso di Parigi" che riconosca che "qualcosa di diverso dal profitto deve essere coinvolto" nelle decisioni economiche e sociali. Ha insistito sul fatto che un tale nuovo sistema sarebbe più adatto ad affrontare la minaccia posta dal cambiamento climatico, così come la disuguaglianza. 

Il presidente francese ha espresso la speranza che la sua visione venga abbracciata dal resto del mondo, sostenendo che "la lotta contro questo meccanismo del capitalismo è inefficace in un solo Paese".

Pur sottolineando di credere ancora nell'idea di "sovranità westfaliana" (dal trattato di Westfalia che sancì la creazione di buona parte dei paesi europei oggi esistenti), Macron ha esortato a una maggiore unità europea, affermando che il continente deve cooperare strettamente per "impedire il duopolio cinese-americano".

Guarda anche 

Non ci sarà l'incontro tra Parmelin e Macron in novembre, "Francia scontenta per la scelta dei caccia americani"

Prevista da sei mesi, la visita che il presidente della Confederazione avrebbe dovuto avere con il suo omologo francese Emmanuel Macron in novembre non avrà luogo....
20.09.2021
Svizzera

Il gigante dell'immobiliare Evergrande sull'orlo del fallimento, "rischio di una Lehman Brothers cinese"

Il gigante immobiliare cinese Evergrande ha accumulato più di 300 miliardi di dollari di debiti e si trova ora sull'orlo del fallimento e rischia, secondo d...
16.09.2021
Mondo

"In Ticino è urgente un blocco delle assunzioni di frontalieri"

Per salvaguardare il mercato del lavoro ticinese è urgente un blocco del rilascio dei permessi per lavoratori frontalieri. Ne è convinta Sabrina Aldi, vicec...
26.08.2021
Ticino

In Francia obbligo di vaccinazione per personale curante e nuove restrizioni per i non vaccinati

Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato lunedì una serie di misure per incoraggiare i francesi a vaccinarsi, tra cui la generalizzazione della tessera...
13.07.2021
Mondo