Sport, 10 novembre 2020

Atalanta-Valencia: la bomba perfetta per il Covid. “Il 20% dei presenti aveva sintomi”

Uno studio ha confermato che uno spettatore su cinque del match dello scorso 19 febbraio aveva i sintomi del Coronavirus

MILANO (Italia) – La partita di Champions League Atalanta-Valencia, giocata a San Siro lo scorso 19 febbraio, già diversi mesi fa era stata individuata come uno dei fattori che provocò la drammatica situazione vissuta a Bergamo durante la prima ondata del Covid. Ora arrivano i risultati di uno studio che conferma che quella sfida fu una vera e propria bomba per la diffusione del virus. L’agenzia di data management Intiwg, infatti, ha confermato che il 20% dei tifosi presenti allo stadio svilupparono i sintomi del Coronavirus.

“La tempesta perfetta, un evento così è difficile da replicare – ha spiegato Aldo Cristadoro, fondatore e amministratore delegato di Intwig ai colleghi di “Fanpage.it” – C’erano 36'000 persone che si sono spostate tutte assieme da un luogo per assistere allo stesso evento”. Tanti, infatti, erano i tifosi della Dea che si spostarono da Bergamo a Milano per seguire il match di Champions.

Il problema non è stata la sola partita, ma il viaggio da una città all’altra in auto con gli amici o con uno dei 100-120 pullman organizzati, gli assembramenti prima della sfida, l’uso della metro e i festeggiamenti al momento delle reti realizzate dai ragazzi di Gasperini che si imposero per 4-1. Tenendo conto della poca distanza tra una persona e l’altra, i movimenti, l’assenza di mascherina e le grida durante, prima e dopo i 90’ di gioco ecco che si è creato il terreno perfetto per la diffusione del virus.

Lo studio evidenzia come la sfida non sia stata l’elemento scatenante, ma un acceleratore dell’epidemia.

Guarda anche 

Angela Merkel vuole chiudere gli impianti sciistici in tutta l'UE

La Germania chiederà all'Unione Europea di vietare l'apertura degli impianti sciistici fino al 10 gennaio, nonostante l'opposizione dell'Austria e ...
27.11.2020
Mondo

Il confinamento e la recessione dovute al Covid hanno sbilanciato il mercato del lavoro

Il confinamento dovuto al Coronavirus e la conseguente recessione hanno avuto un notevole impatto sul mercato del lavoro in Svizzera, creando uno squilibrio tra domanda e...
26.11.2020
Svizzera

VIDEO – Maradona e il pazzesco allenamento “ballato” del 1989

LUGANO – Sono passate meno di 24 ore ma ancora tutti facciamo fatica a crederci e a digerire la notizia. La morte di Diego Armando Maradona ci sembra un fardello tr...
26.11.2020
Sport

Il mondo piange Diego, il D10S del calcio

BUENOS AIRES (Argentina) – In questo anno tragico, assurdo, inimmaginabile, in un anno che sta segnando le nostre vite, il 25 novembre 2020 difficilmente sarà...
26.11.2020
Sport