Sport, 22 marzo 2020

Birra in comune e metro affollata: Atalanta-Valencia ha dato il via al contagio incontrollato in Lombardia

Stando alla Protezione Civile italiana, sarebbe stata proprio la partita di Champions League dello scorso 19 febbraio, disputata a Milano, a innescare l’emergenza totale nella vicina regione

BERGAMO (Italia) – È senza dubbio la zona d’Italia più colpita dal coronavirus, quella in cui si contano più infettati e, purtroppo, anche più vittime. Stiamo parlando della vicina Lombardia e della provincia di Bergamo in particolare: le immagini dei camion militari che portano via le innumerevoli bare dalla città hanno fatto il giro del mondo e hanno lasciato tutti sbigottiti.

La Protezione civile italiana, nel frattempo, è arrivata a una conclusione: l’emergenza totale è stata innescata da quella che doveva essere, e lo è stata almeno sul campo, una delle serate indimenticabili per l’Atalanta e per i suoi tifosi, ovvero la partita contro il Valencia di Champions League che si è giocata a San Siro lo scorso 19 febbraio.

Quella sfida giocata a Milano è stata definitiva la “gara zero”, quella che ha dato il via al contagio da coronavirus in tutta la Lombardia e poi in Spagna. Quella sera nello stadio meneghino c’erano 45'000 persone, tra italiani e iberici.

La presenza dei tifosi, ammassati, nella metropolitana così come lo scambio di birre fuori dallo stadio – per brindare tutti assieme a quella che sarebbe dovuta essere una serata di festa – avrebbe dato il via al contagio di massa.

Guarda anche 

Grazie ai volontari... e qualche raccomandazione

In questi tempi grami di pandemia tante persone si danno da fare per gli altri. Non solo a titolo professionale, ma anche come volontari. Quasi due settimane fa il Consig...
02.04.2020
Ticino

L'anno scolastico non verrà prolungato, certificati di studio rilasciati con "sufficiente anticipo"

L'anno scolastico 2019/2020 non sarà prolungato e dovrà essere convalidato per gli allievi delle scuole elementari. Per quanto riguarda le scuole medie,...
02.04.2020
Svizzera

Migliaia di cittadini svizzeri sono ancora bloccati all'estero

Dal 24 marzo scorso il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha rimpatriato oltre 2'000 cittadini svizzeri dall'estero. Nuovi voli vengono organizzati ...
02.04.2020
Svizzera

Conte proroga il confino degli italiani al 13 aprile, "dopo dovremo imparare a convivere con il virus"

Il premier italiano Giuseppe Conte ha firmato mercoledì sera il decreto che posticipa al 13 aprile le misure di contenimento del coronavirus, inclusa la ...
02.04.2020
Mondo