Sport, 30 ottobre 2020

“Bottani? Un po’ di febbre… Fermare il campionato? Difficile, il Governo ha detto che..”

Michele Campana ha commentato i complicati giorni che l’FC Lugano sta vivendo dopo la positività di due giocatori e la quarantena imposta per altri 6: “Se fermi una stagione, non sai quando la riprenderai”

LUGANO – Sono giorni davvero complicati, assurdi e inimmaginabili, quelli che sta vivendo l’FC Lugano: prima, dopo la ripresa del calcio giocato, la positività al Covid del presidente Angelo Renzetti, poi quella di Mattia Bottani, mercoledì è arrivata la decisione del Consiglio federale di continuare a giocare ma a porte praticamente chiuse, e ieri la positività anche di Osingwe, cosa che ha comportato anche la quarantena di altri sei giocatori. Davvero pazzesco!

Ed è un Michele Campana stanco, stressato, affaticato, quello che ci ha comunque concesso qualche minuto del suo tempo. “Sono giornate davvero assurde, infinite e pesanti. Risulta difficile anche dire che qualcosa vada bene”, ci spiega.

Michele, partiamo da una cosa importante: come stanno Bottani, Osingwe e soprattutto il presidente?
Il presidente sta meglio, fortunatamente sta molto meglio. Osingwe è asintomatico mentre Mattia ha solamente una leggera febbre.

Proviamo ad andare subito al sodo: avete richiesto
il rinvio della partita con l’YB, visto che vi mancano 8 giocatori. L’hockey ha detto che continuerà a giocare fino all’1 dicembre… visti i rinvii, le porte chiuse e le quarantene, il calcio professionistico non ha mai pensato di sospendere tutto e attendere tempi migliori?
Sono diversi i problemi da prendere in esame: se sospendi un campionato, non sai mai quando veramente potrai o riuscirai a riprendere. Inoltre il calcio, a differenza dell’hockey, deve tenere conto del mercato, della FIFA, della UEFA e chi più ne ha, più ne metta… In ogni caso il Governo ci ha detto di andare avanti… quindi andremo avanti, anche se così…

Così… è dura..?
È complicato per via soprattutto delle quarantene. Sono più le partite rinviate che quelle che si giocano…

Ma l’YB impegnato in Europa, rappresenta un altro problema che comporta la non sospensione del campionato?
Sicuramente ha il suo peso…

Guarda anche 

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugan...
05.08.2022
Sport

I premi per il Mondiale? Tutti in beneficenza

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Il Canada, per la prima volta da Messico ’86, si è qualificato per il Mondiale di calcio che si terrà da novembre...
05.08.2022
Sport

Lo sport ticinese fa gli auguri alla Svizzera

LUGANO – Un’immagine di Mattia Croci-Torti durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Svizzera con tanto di bandiera elvetica in mano, un’altr...
01.08.2022
Sport

Niente vaccino, niente US Open. Djokovic: “Non so ancora se ci sarò”

BELGRADO (Serbia) – Tra meno di un mese inizierà l’US Open e, forte della vittoria a Wimbledon e con lo smacco della sconfitta subita in finale l&rsquo...
02.08.2022
Sport