Svizzera, 29 ottobre 2020

"Perchè le riserve delle casse malati vengono tenute nascoste?"

A quanto ammontano le riserve delle singole casse malati del 2019 e perchè il dato non è stato pubblicato? Se lo chiede il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri, che in un'interpellanza al Consiglio federale chiede chiarimenti per una situazione che definisce “anomala”, dal momento che negli anni precedenti i dati venivano resi noti subito l'annuncio dei premi di cassa malati dell'anno successivo.

La pubblicazione di queste cifre è tanto più importante, sottolinea Quadri, in questo momento visto che attualmente si trova in consultazione l’ordinanza del CF che regola la gestione delle riserve.
Per questo motivo l'esponente leghista chiede al Consiglio federale perchè l'ammontare di queste riserve non è stato pubblicato, quando l'Ufficio federale della Sanità intende procedere con la pubblicazione e se il CF ritiene adeguato il fatto che questi dati non vengano resi noti proprio mentre si sta discutendo sulla gestione delle riserve delle casse malati.

Di seguito l'interpellanza integrale inoltrata da Lorenzo Quadri:

Interpellanza al Consiglio federale

Riserve 2019 dei singoli assicuratori malattia: perché i dati vengono ancora tenuti nascosti?

E‘ noto che le riserve complessive degli assicuratori malattia ammontano attualmente a circa 11 miliardi di Fr.

Tuttavia, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) non ha ancora pubblicato, per l’anno 2019 (quindi per un esercizio consolidato e concluso) l’ammontare delle riserve per le singole casse malati, bensì solo il dato complessivo.

Questa situazione è anomala anche se paragonata a quanto accadeva negli anni scorsi, quando i dati dell’anno precedente venivano pubblicati subito dopo la conferenza sull’annuncio dei premi per l’anno successivo (anche questa prassi può peraltro essere ritenuta discutibile, poiché sarebbe opportuno che i dati in questione fossero già noti prima dell’annuncio ufficiale dei nuovi premi).

Nell’anno 2019 gli assicuratori malattia hanno totalizzato utili di 1.7 miliardi di Fr; questi utili sono evidentemente confluiti nelle riserve, gonfiandole ulteriormente.

Attualmente si trova in consultazione l’ordinanza del CF che regola la gestione delle riserve. A maggior ragione in questo frangente è opportuno che sia conosciuta la reale ricchezza dei singoli assicuratori. Ed invece, come detto, proprio quest’anno il dato a tutt’oggi non è ancora stato pubblicato, senza che se ne conosca il motivo.

Chiedo pertanto al CF:

  • Come mai i dati sull’ammontare delle riserve dei singoli assicuratori malattia a fine 2019 non sono ancora stati pubblicati dall’UFSP?

  • Quando si intende procedere con la pubblicazione?

  • E’ adeguato che i dati in questione risultino “nascosti” proprio mentre è in corso la consultazione sull’ordinanza sulla gestione delle riserve? Non ritiene il CF che in questo modo si faccia mancare ai partecipanti alla consultazione un importante elemento di valutazione?

Lorenzo Quadri

Consigliere nazionale

Lega dei Ticinesi



Guarda anche 

"L'islam politico sia un reato anche in Svizzera"

La Svizzera dovrebbe seguire l'esempio dell'Austria e introdurre a sua volta il reato di islam politico. Ne è convinto il Consigliere nazionale Lorenzo Qua...
01.12.2020
Svizzera

"Le aperture delle stazioni sciistiche svizzere le decide l'Italia?"

Il governo svizzera si lascia influenzare dai paesi confinanti, in particolar modo l'Italia, per quel che concerne l'apertura delle stazioni sciistiche? È ...
30.11.2020
Svizzera

Gli italici ci minacciano sulle stazioni sciistiche

Scusate ma ci scappa a ridere! All’improvviso al premier italico non eletto “Giuseppi” Conte - quello che spalanca i porti all’immigrazione clande...
30.11.2020
Svizzera

Materiale bellico: ennesima iniziativa autolesionista

Il 29 novembre i cittadini saranno chiamati a votare sull’iniziativa popolare “Per il divieto di finanziare i produttori di materiale bellico”. L’...
22.11.2020
Svizzera