Sport, 18 ottobre 2020

Una zona Cesarini che salva il Lugano

Il Lugano, colpito da un rigore dubbio, raggiunge il Vaduz solo nei recuperi grazie a Oss

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i panni del salvatore della patria. Con il Lugano sotto di una rete a Vaduz, contro la neopromossa squadra di Mario Frick, all’ultimo assalto, a tempo praticamente scaduto, è andato in attacco e lui, difensore centrale tenace e roccioso, ci ha messo la classifica pezza permettendo ai bianconeri di ottenere il terzo pareggio in quattro partite e di mantenersi così imbattibili in questo campionato. Ma non solo: la squadra di Mister Jacobacci non perde da ben tredici partite! Un record: non ci risulta che nel calcio post Anni Cinquanta un’altra squadra bianconera sia riuscita in una simile impresa. Ma tant’è.

La partita è stata comunque rognosa e le occasioni sono state pochissime su tutto l’arco dei novanta minuti. Nel primo tempo c’è stata l’asta di Lovric alla mezz’ora. Ma quando sembrava che le due squadre dovessero entrare negli spogliatoi sullo 0-0 ecco che l’arbitro Jacottet concedeva un generoso rigore ai locali che Cicek trasformava. Arrabbiatissimo Jacobacci, ammonito dall’arbitro per proteste.

Nel secondo tempo il tecnico bernese ha cambiato volto alla squadra con ben 5 cambi: uno di questi si è rivelato azzeccato (Oss per Lavanchy all’88’), tanto che il lettone è entrato subito in partita e con un tocco da …attaccante consumato ha pareggiato nei secondi di recupero, evitando una sconfitta che al tirar delle somme sarebbe stata ingenerosa per il Lugano.

Guarda anche 

Lugano, che succede? Troppo Zugo per l’Ambrì

LUGANO – È davvero complicato capire e analizzare il momento dell’HC Lugano. O forse, al contrario, è davvero molto semplice. I bianconeri, che ...
18.01.2021
Sport

Daprelà ancora lui: a Sion arriva il primo punto del 2021

SION – In attesa di Abubakar, al Lugano basta Daprelà. Così come era successo lo scorso ottobre a Cornaredo, così nella prima uscita stagione d...
18.01.2021
Sport

FC Lugano, dieci motivi per sperare nell’exploit

LUGANO - La pandemia non ha ucciso il calcio, ci mancherebbe! Ma ne ha attenuato l’intensità, il ritmo e le emozioni. Ci sono state le quarantene e i ca...
17.01.2021
Sport

Che fine ha fatto il Lugano? Una settimana… da incubo

LUGANO – Il 2021 si era aperto alla grande per il Lugano, capace di imporsi sia a Davos, per la seconda volta in pochi giorni, sia in casa al cospetto del Langnau. ...
17.01.2021
Sport