Svizzera, 16 settembre 2020

"Accogliere i migranti di Moria significa incoraggiare la distruzione di altri centri profughi"

Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri in un'interpellanza al Consiglio federale chiede che la Svizzera non accolga migranti dall'isola di Lesbo per "non incoraggiare l’incendio di centri di raccolta posti al di fuori dell’Europa continentale da parte dei migranti stessi al fine di ottenere trasferimenti 'verso ovest'". Secondo Quadri bisognerebbe invece seguire l'esempio dell'Austria il cui governo "ha già annunciato che non intende accogliere migranti”. Farlo, continua, “equivarrebbe a premiare l’immigrazione illegale e a incoraggiare la distruzione di centri per richiedenti l’asilo”.


Di seguito l'interpellanza integrale inoltrata da Lorenzo Quadri:

Interpellanza al Consiglio federale

Seguire l’esempio austriaco e non accogliere migranti da Moria, malgrado le pressioni strumentali della solita parte politica

L’incendio al centro di raccolta migranti di Moria sull’isola di Lesbo, appiccato dai migranti stessi che non volevano stare in quarantena a causa del coronavirus, ha suscitato la scontata ondata di richieste, da parte di una certa parte politica – quella che ha evidenti interessi nell’alimentare ad oltranza l’industria dell’asilo - di accogliere in Svizzera un numero “il più elevato possibile” di asilanti provenienti dall’isola greca.

Pretese in questo senso sono state avanzate sia a livello federale che cantonale che comunale (malgrado la competenza sia evidentemente federale) tramite
svariati atti parlamentari fotocopia.
Il governo austriaco dal canto suo ha già annunciato che non intende accogliere migranti in arrivo da Moria: farlo equivarrebbe infatti a premiare l’immigrazione illegale - e quindi i passatori - e ad incoraggiare la distruzione di centri di raccolta ad opera di richiedenti l’asilo per farsi trasferire nell’Europa continentale. Ed infatti, dopo quanto accaduto a Moria, sull’isola di Samos sono già scoppiati incendi “sospetti”.

Chiedo al CF:

  • Il CF ritiene che l’immigrazione clandestina e l’incendio di centri di raccolta posti al di fuori dell’Europa continentale da parte dei migranti stessi al fine di ottenere trasferimenti “verso ovest” vadano incoraggiati?
  • Allo scopo di non incoraggiare l’immigrazione illegale e di non favorire i passatori e nemmeno la distruzione dolosa di centri di raccolta, il Consiglio federale ha intenzione di NON accogliere migranti in arrivo da Moria, seguendo l’esempio dell’Austria?
  • Non ritiene il CF che l’accoglienza di migranti in arrivo dalle isole greche a seguito degli incendi dolosi appiccati dai migranti stessi farebbe passare messaggi sbagliati e pericolosi, incoraggiando gli asilanti a mettersi in pericolo per raggiungere clandestinamente l’Europa occidentale, ciò che rischierebbe di ricreare la situazione disastrosa del “caos asilo” del 2015?

Lorenzo Quadri
Consigliere nazionale
Lega dei Ticinesi



Guarda anche 

Nuovo accordo fiscale con l’Italia: altro che “un successo”

Il nuovo trattato con l’Italia sulla fiscalità dei frontalieri è lungi dall’essere il successo che le maggioranze politiche pretendono. ...
27.01.2022
Svizzera

Un "freedom day" svizzero in febbraio?

Ci sarà un "freedom day" in Svizzera nel mese di febbraio? Sarebbe perlomeno questa l'intezione dell'l'Unione svizzera dell'artigianat...
24.01.2022
Svizzera

“I Giochi sono il massimo. Orgogliosa di partecipare”

LUGANO - Nicole Bullo è un vero monumento dell’hockey ticinese e svizzero, protagonista indiscussa in patria con le Ladies Lugano (otto titoli pi&u...
24.01.2022
Sport

Fischer porta un po’ di Ticino a Pechino

BERNA – Michael Fora, Dario Simion, Romain Loeffel, Santeri Alatalo e Mirco Müller sono stati selezionati da Patrick Fischer per le Olimpiadi di Pechino. La Fe...
18.01.2022
Sport