Ticino, 30 luglio 2020

Prima certificazione importante per l'aeroporto gestito dalla Città

BERNA  - Le procedure di sicurezza relative all'aeroporto di Lugano soddisfano i requisiti dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA). L'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) ha potuto verificarlo sulla base di un audit svolto nelle passate settimane. L'UFAC ha rilasciato il relativo certificato alla città di Lugano, che dal 1° giugno 2020 gestisce lo scalo.

L'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA) è incaricata di armonizzare e di rendere vincolanti le norme in materia di sicurezza dell'aviazione europea. A tale scopo, ha fissato nel regolamento (UE) n. 139/2014 le prescrizioni relative all'organizzazione, all'esercizio e all'infrastruttura degli aeroporti nel campo di applicazione dell'EASA. Queste prescrizioni definiscono, ad esempio, come un aeroporto debba organizzare il rifornimento di carburante dei velivoli, gli interventi dei vigili del fuoco, il controllo periodico dello stato delle piste e dei dispositivi luminosi di avvicinamento e lo sgombero della neve dalle piste.

A partire da inizio giugno 2020, a seguito della cessazione delle attività di Lugano Airport SA, l’aeroporto è gestito dalla città di Lugano, concessionaria dello scalo. Il passaggio di gestione ha comportato cambiamenti nel management, la riduzione dell’organico e una nuova struttura organizzativa: l’esercente ha perciò definito nuove procedure, adeguate alla nuova situazione. Questi cambiamenti hanno estinto la certificazione EASA che l’aerodromo aveva ottenuto nel 2016.

Nel quadro di un audit che si è esteso su più giorni, l'UFAC ha verificato che le procedure di sicurezza descritte soddisfino i requisiti e che siano applicate dall'esercente dell'aerodromo secondo quanto prescritto.

Il Sindaco Marco Borradori commenta con soddisfazione la notizia: "L'ottenimento della certificazione EASA attesta la professionalità con cui la Città di Lugano e il nuovo management stanno lavorando per assicurare la continuità dello scalo luganese. Sono state identificate le soluzioni ottimali per garantire - seppur in forma transitoria e con alcune limitazioni di apertura - la gestione dell'aeroporto e favorire il passaggio della struttura ai privati. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare lo scalo, incrementando le opportunità e i benefici a favore di aziende e privati che vi gravitano attorno. Lugano Airport resta un elemento importante della politica di sviluppo regionale e cantonale poiché rappresenta un vantaggio concorrenziale per la promozione del nostro territorio".

Guarda anche 

Coronavirus in Ticino: la situazione attuale

Il sito del Cantone ha appena fornito l’aggiornamento dei dati sull’emergenza Coronavirus. Alle 8:00 di oggi, mercoledì 12 agosto, si contano 3...
12.08.2020
Ticino

Coronavirus: la situazione in Ticino

Il sito del Cantone ha appena fornito l’aggiornamento dei dati sull’emergenza Coronavirus. Alle 8:00 di oggi, martedì 11 agosto, si contano 3'...
11.08.2020
Ticino

Se ne è andato Oviedo Marzorini

Il mondo della politica è in lutto per la scomparsa oggi del 75enne Oviedo Marzorini. Avvocato e notaio, per 15 anni è stato in Gran Consiglio nelle fila...
10.08.2020
Ticino

La scuola riparte in presenza, ecco come

Come si ripartirà con la scuola a settembre? Se ne è parlato questa mattina in conferenza stampa con Norman Gobbi, Presidente del Consiglio di Stato,&n...
10.08.2020
Ticino