Magazine, 17 luglio 2020

Google ne inventa un’altra: Fabricius. Gli antichi egizi non saranno più un mistero

Il nuovo strumento decifrerà i geroglifici egizi e sarà utilizzato per accelerare i tempi di traduzione dei manufatti antichi

Chi non ha mai usato “Google Translate”? Per gli amanti dell’antico Egitto e dei geroglifici, Google ha realizzato il primo traduttore al mondo in grado di tradurre appunto le antiche scritture degli egiziani. Si chiama Fabricius e sarà a disposizione di tutti attraverso tre percorsi di apprendimento dedicati.
L’idea era nata durante lo sviluppo di “Assassin’s Creed: Orygins”, il capitolo della saga ambientato proprio in Egitto.

Fabricius grazie a un’intelligenza artificiale permette di risparmiare agli esperti ore di ricerche sui libri. Gli altri due utilizzi dell’applicativo sono di carattere ludico: con il primo è possibile “imparare” la lingua dei faraoni. Col secondo ci si può divertire con delle traduzioni dall’inglese al geroglifico.

Guarda anche 

La polizia svizzera chiede sempre più informazioni a Google

L'anno scorso l'Ufficio federale di polizia (fedpol) e i Cantoni hanno chiesto a Google un numero record di informazioni sugli utenti dell'azienda californian...
12.07.2020
Svizzera

Gli svizzeri (e i ticinesi) rimangono a casa? La risposta di Google

Lo scorso venerdì google ha pubblicato i dati sui movimenti dei suoi utenti in 131 paesi. Come si vede nel grafico sotto, in Svizzera i movimento verso il posto la...
05.04.2020
Svizzera

Il nuovo acquisto del campionato di terza divisione: ha 75 anni!

IL CAIRO (Egitto) – Qualche giorno fa Kazuyoshi Miura aveva stupito tutti, rinnovando il suo contratto con l’FC Yokohama a 53 anni: il rinnovo dell’ex g...
24.01.2020
Sport

Facebook e Google "minacce per i diritti umani", secondo Amnesty International

Amnesty International Wednesday ha criticato il modello di business "basato sulla sorveglianza" dei di Facebook e Google definendoli come una "minaccia sis...
22.11.2019
Mondo