Svizzera, 10 febbraio 2020

Allerta vento in tutto il Ticino. Svizzera colpita da Sabine

Non solo più Alta Vallemaggia, Leventina, Blenio e Alto Moesano: adesso è allerta vento in tutto il Ticino, sebbene in tutte le altre regioni sia solo di grado 2. Per quanto concerne il resto della Svizzera, resta di grado 3 nella fascia alpina, mentre il nord della Svizzera ha addirittura grado 4.

Se nelle zone con il grado di allarme maggiore in Ticino si parla di raffiche sino a 140 chilometri all’ora, quelle col grado 2 saranno interessate da un vento di 60 - 80 km/h in pianura, sopra 1500 m 80 - 110 km/h.

Si tratta degli effetti di Sabine, che secondo MeteoSvizzera comunque non può essere definito un uragano: si tratta infatti di un insieme di raffiche cicloniche.

Viene spiegato come “il centro della depressione Sabine (Ciara) non transiterà sopra la regione alpina, infatti come spesso capita, il centro di queste tempeste invernali transita a latitudini maggiori, in questo caso sul Mare del Nord. I venti più forti sull’Europa centrale sono solitamente causati dai fronti legati a queste profonde depressioni che si spingono più a sud. La prossima notte un fronte caldo ci raggiungerà, attualmente sono già visibili le velature ad alta quota legate a questo fronte. Lunedì in mattinata ci raggiungerà quello freddo. Le raffiche più forti a nord delle Alpi sono confermate per lunedì mattina, nel settore caldo prima del passaggio del fronte freddo. (..). I fronti sembrano raggiungere la Svizzera con qualche ora di anticipo rispetto quanto i modelli proponevano ieri, ma la situazione sembra delinearsi in modo chiaro. Attendiamo ora il passaggio di questa perturbazione a conferma della previsione, sperando che non arrecherà troppi danni sull’arco alpino”.

Qualche problema è già stato ravvisato. La galleria del Gottardo è rimasta chiusa per circa un’ora perché un palo dell’alta tensione è stato danneggiato a Gurtnellen. La riapertura è avvenuta attorno alle 14 ma ci sono comunque disagi al traffico.

Un incendio si rileva in un'area boschiva e a causa dei danni alla linea elettrica, si sono registrate interruzioni di corrente sia nel Canton Uri che nel Canton Svitto.

Nel Canton Turgovia ci sono state numerose chiamate ai numeri di emergenza in particolare per alberi e rami caduti sulle strade,

MeteoSvizzera, annunciando che a Nord i venti hanno già raggiunto i 160 chilometri all’ora in montagna e i 120-140 in pianura, raccomanda di seguire le solite indicazioni in caso di vento forte.

Le ripetiamo:

- Seguire l’evoluzione locale del tempo.
- Prestare attenzione ai messaggi di allerta push dell’app di MeteoSvizzera .
- Prestare attenzione alle luci di avvertimento sui laghi.
- Fissare gli oggetti mobili che si trovano attorno alla casa, sul balcone o in giardino (p. es. vasi di fiori, mobili da giardino ecc.) e, se possibile, spostarli in un luogo riparato.
- Riavvolgere le tende da sole e chiudere porte e finestre.
- Se possibile parcheggiare i veicoli in un luogo protetto.
- Verificare la stabilità del fissaggio di antenne, impianti solari ecc.

Le tempeste infuriano con venti forti e raffiche talvolta violente. Possono trascinare con sé oggetti, staccare tegole, sradicare alberi e provocare grosse onde sui laghi. Quando soffiano venti tempestosi è opportuno evitare, nel limite del possibile, di stare all’aperto.

Come comportarsi in caso di tempesta o venti tempestosi:

- Seguire l’evoluzione locale del tempo.
- Prestare attenzione ai messaggi di allerta push dell’app di MeteoSvizzera .
- Prestare attenzione alle luci di avvertimento sui laghi.
- Evitare qualsiasi attività sui corsi d’acqua e allontanarsi dalle rive dei laghi.
- Evitare di trattenersi nei boschi e ai margini del bosco o sotto singoli alberi o gruppi di alberi.
- Evitare di attraversare boschivi o percorrere viali alberati.
- Evitare luoghi esposti come tetti, terrazze / verande o sporgenze rocciose.
- Prestare attenzione a possibili cadute di oggetti (p. es. tegole, rami, linee elettriche).
- Non riparare danni a edifici e infrastrutture (p. es. tegole cadute) quando infuria la tempesta, ma attendere finché il maltempo si è placato.
- Seguire in ogni caso le raccomandazioni diramate dalle autorità.

Guarda anche 

Svizzera

Panne di Swisscom, "ci saranno conseguenze"

Il ceo di Swisscom Urs Schaeppi (nella foto) non esclude conseguenze per se stesso dopo la panne della rete avvenuta nella notte tra martedì e mercoledì, la...
17.02.2020
Svizzera

Una spia russa arrestata e condannata in Svizzera

La Svizzera ha arrestato un agente russo attivo sul suo territorio e in gennaio lo ha condannato per spionaggio. Vicenda sconosciuta fino ad ora, il caso rimane misterios...
17.02.2020
Svizzera

Vicenda Crypto, diversi politici sapevano delle attività di spionaggio

La vicenda riguardante la società Crypto e i documenti d'archivio segreti rivelati continuano a scuotere il mondo politico svizzero. La stampa domenicale ripor...
16.02.2020
Svizzera