Svizzera, 27 gennaio 2020

"Stop olio di palma", lanciato il referendum contro l'accordo di libero scambio con l'Indonesia

Gli svizzeri potrebbero dover esprimersi sull'accordo di libero scambio tra i paesi EFTA, di cui fa parte anche la Svizzera, con l'Indonesia. Un comitato composto da Uniterre, il viticoltore di Ginevra Willy Cretegny e diverse organizzazioni ha infatti annunciato lunedì di aver lanciato il referendum contro l'accordo. In causa è soprattutto l'olio di palma e la facilità con cui potrà essere importato una volta entrato in vigore il libero scambio con il paese asiatico.

Questo è il primo referendum contro un accordo di libero scambio, ha fatto sapere il comitato "Stop olio di palma". Secondo loro non esiste olio di palma sostenibile e a causa sua enormi aree di foresta tropicale con una ricca biodiversità vengono distrutte ogni anno. Inoltre, per la sua produzione viene usato lavoro minorile e promuove l'uso di pesticidi.

Il comitato referendario conta tra i suoi ranghi l'organizzazione contadina Uniterre, il partito di Ginevra Solidarité, i Giovani verdi e altre associazioni e gruppi politici. I referendisti hanno tempo fino al 9 aprile per raccogliere le 50'000 firme necessarie perchè l'oggetto sia sottoposto al popolo.

Il Parlamento ha approvato l'accordo con l'Indonesia a dicembre. L'Indonesia è un importante partner commerciale per la Svizzera e le prospettive di crescita economica sono elevate in questo paese del sud-est asiatico, aveva argomentato la maggioranza. Con questo accordo, l'EFTA diventerebbe il primo partner dell'Indonesia in Europa e Nord America.

In Parlamento, la sinistra aveva tentato senza successo di introdurre misure a favore dello sviluppo sostenibile. Anche le iniziative dei cantoni del Giura, di Berna e di Friburgo di escludere l'olio di palma dall'accordo sono state respinte. Per quanto riguarda i contadini, temono che il commercio dell'olio di palma possa avere ripercussioni negative sulla produzione e la vendita di olio di colza e olio di girasole, entrambi prodotti per lo più in Svizzera.

L'Indonesia è uno dei principali partner della Svizzera nell'Asia meridionale. Con 265 milioni di abitanti, rappresenta un mercato con un grande potenziale. Il volume degli scambi tra i due paesi ammonta a circa 1,4 miliardi di franchi.

Guarda anche 

Riusciti i referendum su lex Netflix, Frontex e donazione di organi

Saranno tre gli oggetti in votazione su cui i cittadini svizzeri dovranno esprimersi il prossimo 15 maggio. I referendum sulla cosiddetta "Lex Netflix", il r...
21.01.2022
Svizzera

Sezioni giovanili lanciano il referendum contro la "Lex Netflix"

La cosiddetta "Lex Netflix" potrebbe passare dal voto popolare. Le sezioni giovanili del PLR, dell'UDC e dei Verdi liberali hanno annunciato oggi di aver la...
13.10.2021
Svizzera

"No ai media di stato", si andrà a votare sul pacchetto di aiuti ai media

Si andrà quasi sicuramente a votare sul pacchetto di aiuti ai media. Il comitato referendario ha infatti depositato mercoledì ben 113'085 firme a Berna,...
06.10.2021
Svizzera

Votazioni cantonali, sì alla legittima difesa

Oltre ai due oggetti federali, in Ticino si votava anche su tre iniziative popolari cantonali: “Basta tasse e basta spese, che i cittadini possano votare su certe s...
26.09.2021
Ticino