Sport, 03 dicembre 2019

“Lugano in The Cage”: si torna a combattere in città

Un evento in cui si alterneranno discipline fra cui pugilato e kickboxing: l'appuntamento è per sabato

LUGANO - Sabato prossimo il Centro Esposizioni di Lugano ospiterà “Lugano in the Cage 3”, evento imperdibile per gli appassionati degli sport da combattimenti, che suscitano sempre una certa diffidenza, soprattutto da parte di coloro che non ne conoscono la filosofia e la finalità. La prima parte della serata sarà dedicata ai dilettanti che si allenano in Ticino. Come ci dice Omar Wicht nell’intervista che vi proponiamo qui sotto “Sarà una grande occasione per chi vuole cimentarsi in un combattimento davanti al pubblico locale”. Omar entrerà nella gabbia per una sfida della categoria 80 kg.

Nella seconda parte si svolgerà per contro una serie di incontri (16 in totale) fra atleti professionisti. Le discipline previste sono Kickboxing/K1, Boxe, MMA, BJJ (ovvero Jiujitsu brasiliano) e Grappling. Dovrà essere, come auspica Maurizio Niceta, direttore e organizzatore dell’evento, “una serata all’insegna dell’amicizia”. E allora buon divertimento.

Lugano In The Cage, terza edizione. Omar Wicht parliamone… 
Lugano in The Cage è giunta alla sua terza edizione. Si tratta di un evento di sport da combattimento, e durante il quale si alterneranno diverse discipline, dalla kickboxing (k1), al pugilato, alla MMA, al ju jitsu e al grappling. Da sottolineare che quest’anno parteciperanno ai combattimenti di 12 atleti ticinesi. Una bella soddisfazione per chi ha messo in piedi questa rassegna.

Lei ci sarà…
Mi batterò in un “match esibizione” di pugilato: vista la mia non più giovanissima età, la prendo come un ennesima sfida di accrescimento personale, dopo parecchi anni di lavoro come amatore presso la palestra del mio primo maestro Andy del Fight Gym di Lugano.

Perché si lotta in gabbia?
Si lotta nella gabbia perché la maggior parte di queste discipline sono combattimenti che vanno a finire a terra, e su un ring con le corde si volerebbe fuori. Chi ha inventato questo modo di combattere ci ha visto lungo… 

Il grande pubblico tuttavia non conosce molto queste discipline… 
Non sono affatto d’accordo: il grande pubblico negli ultimi anni si è molto avvicinato a questi sport e conosce molto bene le varie discipline. C’è tanta passione e tanto entusiasmo e se calcoliamo che siamo in un realtà pressoché amatoriale… 

Quale filosofia regge questi sport?
Trovo che una persona che si avvicina ad uno sport del genere, sviluppa un senso maggiore del rispetto verso gli altri, capisce cosa significa il sacrificio negli allenamenti e la disciplina, soprattutto
dei giovani, ed è molto importante essere educati nella società in cui viviamo sin da quando siamo bambini.

Quando si parla di queste discipline in molti le associano alla violenza.
Abbinare questi sport alla violenza è facile, banale e altresì errato.

La violenza o meglio le violenze nella vita sono tutt’altro... 
Quando frequenti una palestra impari i valori che citavo prima ossia, sacrificio, rispetto verso l’avversario e disciplina, la violenza è per i deboli di testa e queste discipline sportive non sono affatto per gente debole. Credo dunque non sia corretto parlare di violenza!

Un messaggio finale...
Ne approffito per ringrazio Maurizio Niceta per tutta l’organizzazione. Sono convinto che sarà un successo!

ARNO LUPI

Guarda anche 

Tante parole ma pochi fatti: il Lugano resta a Renzetti?

LUGANO – La data fatidica si avvicina, lunedì stando alle parole rilasciate da Angelo Renzetti al “CdT”, ma nulla di nuovo sembra muoversi dalle ...
13.12.2019
Sport

La beffa finale arriva al 94’: ciao ciao Europa League

KYEV (Ucraina) – Alla fine è terminata con un altro pareggio, con un altro piccolo punticino per il Lugano la campagna europea dell’Europa League 2019/...
13.12.2019
Sport

La classifica piange… ma che derby che ci aspetta!

AMBRÌ/LUGANO – Non è una pausa per la Nazionale come tante altre questa per Lugano e Ambrì. Non saranno giorni facili e semplici per le due for...
12.12.2019
Sport

Schlegel approda alla Cornèr Arena, Müller resta a Lugano

LUGANO – Niklas Schlegel è a tutti gli effetti un nuovo portiere del Lugano. Il 25enne, cresciuto nelle giovanili dei Lions, e con un passato proprio come po...
10.12.2019
Sport