Svizzera, 13 novembre 2019

Miliardo di coesione all'UE a un passo dall'approvazione

L'approvazione del miliardo di coesione all'UE si avvicina. La commissione di politica estera del Consiglio nazionale ha infatti raccomandato alla camera bassa di allinearsi alla posizione del Consiglio degli Stati e del governo, eliminando così le ultime divergenze fra le due camere relative al versamento all'Ue del cosiddetto secondo miliardo di coesione.

Tra Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati era ancora contestata la distribuzione di fondi. In totale, sono circa 1,3 miliardi di franchi. La maggior parte è destinata al credito quadro per la coesione, vale a dire per i progetti nell'Europa orientale. Il Consiglio nazionale voleva raddoppiare il credito quadro per provvedimenti nell'ambito della migrazione

Come si legge in una nota diffusa martedì dai servizi del parlamento, la commissione raccomanda la rinuncia a raddoppiare questo credito quadro per provvedimenti nell'ambito della migrazione a scapito di progetti relativi all'attenuazione delle disparità economiche e sociali.

Il secondo punto che divideva le due camere riguarda il programma Eramus+, che concerne la mobilità degli studenti nell'area UE. Con 13 voti a 11, la commissione raccomanda al Consiglio nazionale di rinunciare a legare il dossier con il miliardo di coesione. Secondo la maggioranza, la volontà del Parlamento di associare la Svizzera ai programmi dell'Ue in materia di educazione, formazione, ricerca e cultura è già stata comunicata al Consiglio federale. La commissione non ritiene opportuno collegare il miliardo di coesione condossier tematicamente indipendenti e desidera appianare le divergenze con il Consiglio degli Stati il ​​più rapidamente possibile.

Guarda anche 

Ueli Maurer critica l'allarmismo causato dall'aumento dei casi, "non bisogna cedere all'isteria"

Di fronte al rapido aumento del numero di casi di Covid-19, Ueli Maurer invita a non cedere all'isteria. Ciò che serve è piuttosto un'analisi basata...
18.10.2020
Svizzera

Accordo fiscale con l'Italia probabilmente entro la fine dell'anno, secondo Ueli Maurer

Entro la fine dell'anno sarà probabilmente firmato l'accordo tra la Svizzera e l'Italia sull'imposta di confine, assicura il Consigliere federale U...
17.10.2020
Svizzera

L'Italia ha finalmente deciso di pulire il Ceresio, la Svizzera paga

L'Italia ha finalmente deciso di migliorare il sistema di smaltimento delle acque luride nei comuni del bacino del Ceresio. Peccato che per farlo avranno bisogno di f...
16.10.2020
Ticino

L'Azerbaigian colpisce nuovi obiettivi in Armenia, si teme un escalation del conflitto

L'Azerbaigian ha annunciato mercoledì di aver colpito siti di lancio di missili in territorio armeno, una prima che fa temere un'escalation del conflitto n...
14.10.2020
Mondo