Opinioni, 16 ottobre 2019

Utili della BNS da usare a vantaggio dei cittadini

La BNS (Banca nazionale svizzera) scoppia di soldi. Nel primo trimestre del 2019 ha realizzato 38.5 miliardi (!) di utili. Non solo. Negli ultimi vent’anni, il bilancio della BNS è passato da meno di 100 miliardi agli 820 miliardi attuali. Quasi decuplicato.

Per contro, la distribuzione degli utili a Confederazione e Cantoni, stabilita ogni tre anni, non è cresciuta di pari passo. Si è passati da 1.5 miliardi di fine anni 90 ai 2 miliardi attuali. Poiché la Banca nazionale è di proprietà dei cittadini elvetici, di questi utili stratosferici la gente deve poter beneficiare. Poi, sulle modalità di ridistribuzione degli utili della BNS si può certamente discutere. Ma sul principio no.

Quali possono essere le proposte concrete? Va stabilita una quota importante degli utili della BNS da utilizzare come segue:
  1. Per l’AVS. In questo modo il beneficio è generale e non ci sarà bisogno né di aumentare l’età di pensionamento delle donne portandola a 65 anni, né di gonfiare l’IVA. Quest’ultima è una delle imposte più antisociali,
dal momento che colpisce tutti allo stesso modo (proprio come gli scellerati eco-balzelli che piacciono alla partitocrazia PLR- PPD-PSS, tanto per fare un esempio). Da notare che l’aumento dell’età della pensione per le donne a 65 anni è solo il primo passo. In tempi brevi arriverà la richiesta di innalzare l’età AVS a 67 anni per tutti. E intanto si regalano miliardi all’estero, ed altri miliardi vengono sperperati per foraggiare migranti economici di ogni ordine e grado.
 
  • Per la riduzione dei premi di cassa malati (cioè, per l’aumento dei sussidi). Questa misura non risolverebbe il problema dei costi della salute; però ne attenuerebbe il peso per le economie domestiche. Le quali nel prossimo futuro potrebbero venire ulteriormente depredate di migliaia di Fr all’anno a causa degli eco-balzelli voluti dalla partitocrazia. 3) Aumentare la distribuzione degli utili BNS a Confederazione e Cantoni. Come si vede, le soluzioni (anche per l’AVS) ci sono. Basta volerle applicare.

  • Lorenzo Quadri

    Consigliere nazionale

    Lista 8 candidato 2

    Guarda anche 

    Cassa malati e riserve eccessive: cittadini ancora perdenti

    Nuova “perla” dei rappresentanti alle Camere federali. Questa volta sul tema delle riserve in eccesso degli assicuratori malattia. Tali riserve ammontano attu...
    18.04.2021
    Opinioni

    "I test 'fai da te' dei frontalieri non siano a carico della Svizzera"

    Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri ha inoltrato oggi una mozione al Consiglio federale in cui chiede che i costi dei test “fai da te” dei frontalieri att...
    14.04.2021
    Svizzera

    Il costo dei tamponi dei frontalieri? Deduciamolo dai ristorni

    Dal 7 aprile è possibile ritirare in farmacia i test “fai da te” per rilevare il coronavirus. Già prima di Natale la Lega dei Ticinesi ha solle...
    13.04.2021
    Opinioni

    La promozione dell’occupazione a Lugano

    Secondo gli ultimi dati dell’Ufficio federale di statistica, in Ticino nel 2020 il numero di fallimenti sarebbe diminuito del 18.2% rispetto al 2019. Il calo &eg...
    08.04.2021
    Opinioni