Ticino, 09 ottobre 2019

L'alleanza dei (cento) medici di famiglia per abbassare i premi

BELLINZONA - Un comitato promotore di 13 medici ha costituito lo scorso mese di maggio 2019 la prima rete di medici di famiglia nel cantone "mediX ticino". Una risposta concreta e tangibile alla necessità di contenimento dei costi sanitari mantenendo un’alta qualità della medicina di famiglia grazie ad un’offerta coordinata, innovativa e di reale valore aggiunto per il paziente. Una realtà che sarà operativa dal 1/1/2020 e alla quale hanno già aderito un centinaio di medici di famiglia da tutto il Cantone. Punto chiave del progetto: riportare al centro del processo di cura la figura del medico di famiglia, che ritorna ad essere il vero e unico coordinatore a sostegno del paziente.

Le reti di medici sono una realtà fino ad oggi assente in Ticino ma ben conosciuta e consolidata nella Svizzera Interna, dove sono presenti in più di 18 cantoni. È risaputo e documentato il loro contributo ad una riduzione dei costi nella gestione del paziente, oltre a incrementare la qualità grazie ad un miglior coordinamento dei processi di cura ed una formazione continua e specifica dei medici aderenti.

La chiave è un rafforzamento della figura del medico di famiglia, grazie alla scelta data al paziente di un modello assicurativo “medico di famiglia”: un’opzione che permette al medico stesso di seguire e condurre nella sua completezza il processo di cura dei propri pazienti svolgendo un vero lavoro di coordinamento ed integrazione delle cure. Rispetto agli attuali modelli di medico di famiglia già presenti sul territorio ticinese basati unicamente sul modello di lista (“Listenmodel”), mediX ticino ha optato per un partenariato con le reti “mediX”.

Queste hanno dato prova di successo in vari cantoni (ZH, Berna, ecc.). Si basano primariamente sul promovimento della qualità delle cure attraverso lo scambio di conoscenze con incontri regolari e obbligatori tra i medici (“circoli di qualità”). Temi quali l’uso dei medicamenti generici, la medicina basata sull’evidenza scientifica, la smarter medicine sono fondamentali nella filosofia della rete. Previste sono inoltre la rapida preparazione di linee guida su temi medici frequenti, l’utilizzo di banche dati internazionali di alto livello e un processo di certificazione di qualità degli studi medici aderenti presso la Fondazione EQUAM.

La rete fonda, inoltre, i rapporti con gli assicuratori su concetti mirati alla qualità delle cure e della pratica medica e non primariamente sui costi generati, dove il medico di famiglia è la figura centrale. Mosso da questi principi, mediX ticino si configura quale progetto avveniristico per il Canton Ticino: una rete di medici di famiglia concepita, creata e gestita unicamente da medici di famiglia. Il progetto è stato sin da subito pensato su scala cantonale, con coinvolgimento di tutti i distretti già nel comitato promotore e nei gruppi regionali, in modo da garantire una presenza capillare su tutto il territorio. Sono attualmente in corso le contrattazioni con i principali assicuratori malattia attivi nel Cantone che si stanno preparando ad offrire o hanno proposto in questi giorni un modello assicurativo “medico di famiglia mediX ticino”, con premi significativamente più vantaggiosi, già dal 1° gennaio 2020.

Rendiamo attenti che spesso gli assicuratori non utilizzano la denominazione “mediX ticino” nei modelli “medico di famiglia” offerti. Gli assicurati dovranno pertanto verificare direttamente l’opzione con il proprio assicuratore. Il progetto è una risposta concreta di un numero consistente di medici ticinesi per il contenimento della spesa sanitaria con gestione e coordinamento garantito dai medici stessi. Grazie alla rete mediX nascerà anche in Ticino un vero modello di "medico di famiglia". Si occuperà della prevenzione e della cura del paziente in ogni suo aspetto, riducendo gli sprechi e con il primario obiettivo di assicurare la migliore qualità delle cure.

E questo grazie a una struttura a rete guidata da medici di famiglia del Canton Ticino che si avvarranno dell’esperienza più che ventennale delle reti mediche già presenti nel resto della Svizzera.

Guarda anche 

A Cornaredo arriva lo Zurigo: strade bloccate per il corteo dei tifosi ospiti

La Polizia città di Lugano informa che, in occasione dell'incontro di calcio che si terrà domenica 20 ottobre 2019, alle ore 16:00 tra FC Lugano - FC Zu...
18.10.2019
Ticino

Operazione di polizia nel Luganese: controllati 8 cantieri edili

La Polizia cantonale comunica che il 16.10.2019 è stata effettuata un'operazione di controllo in Capriasca, a Comano, a Cureglia e a Ponte Capriasca presso 8 c...
18.10.2019
Ticino

Lugano Airport,"Politici, unitevi per salvare lo scalo"

La Conferenza dei Sindaci del Malcantone – tramite una risoluzione votata all’unanimità –, preso atto della situazione particolarmente intricata ...
18.10.2019
Ticino

Un riconoscimento internazionale per il Cardiocentro e un suo medico!

Il Dr. Francesco Faletra, responsabile del servizio di Imaging cardiologico del Cardiocentro Ticino, figura al secondo posto nella classifica mondiale degli esperti in ec...
17.10.2019
Ticino