Svizzera, 12 settembre 2019

Canone radiotv, per il nazionale le imprese non devono più pagarlo

In futuro le imprese non dovrebbero più pagare il canone radiotelevisivo. Lo ha deciso mercoledì il Consiglio nazionale approvando così un'iniziativa parlamentare del Consigliere nazionale Gregor Rutz (UDC/ZH). La maggioranza ha ritenuto si trattasse di un doppio onere dal momento che sia i proprietari che i dipendenti delle imprese devono pagare la tassa come privati.

Inoltre, la discussione sulla politica mediatica degli ultimi mesi ha dimostrato che è necessario agire, ha sostenuto Rutz. Il suo collega Matthias Aebischer (PS/BE) ha invece criticato la decisione accusando Rutz di voler "piegare con il piede di porco" le maggioranze popolari, in particolare dal momento che il canone radiotelevisivo per le compagnie è stato accettato all'urna solo nel 2015.. Ora la palla passa al Consiglio degli Stati. La sua commissione ha già chiaramente rifiutato l'iniziativa.

Guarda anche 

Elezioni federali, un nuovo Parlamento accademico e non rappresentativo della popolazione

Un'analisi del profilo socio-professionale del nuovo Consiglio nazionale condotta dall'Observatoire des élites suisses (OBELIS) dell'Università ...
30.10.2019
Svizzera

Roberta Pantani: Avanti Così

È questa la Lega che mi piace! La Lega che, domenica scorsa, si è stretta compatta attorno ai suoi rappresentanti e ai suoi candidati! I leghisti hanno dimo...
07.10.2019
Opinioni

Attivisti pro-clima inscenano una protesta in Consiglio nazionale, interrotta la seduta

Oltre 40 attivisti pro-clima dell'associazione "Klimastreik Schweiz" sono entrati nella sala del Consiglio nazionale giovedì mattina e hanno appeso u...
19.09.2019
Svizzera

Miliardo di coesione all'UE, il Nazionale non vuole discuterne

Una mozione presentata dal capogruppo dell'UDC alle Camere federali, Thomas Aeschi (UDC/ZG) che chiedeva un dibattito e un voto sul miliardo di coesione all'Ue an...
12.09.2019
Svizzera