Svizzera, 12 settembre 2019

Canone radiotv, per il nazionale le imprese non devono più pagarlo

In futuro le imprese non dovrebbero più pagare il canone radiotelevisivo. Lo ha deciso mercoledì il Consiglio nazionale approvando così un'iniziativa parlamentare del Consigliere nazionale Gregor Rutz (UDC/ZH). La maggioranza ha ritenuto si trattasse di un doppio onere dal momento che sia i proprietari che i dipendenti delle imprese devono pagare la tassa come privati.

Inoltre, la discussione sulla politica mediatica degli ultimi mesi ha dimostrato che è necessario agire, ha sostenuto Rutz. Il suo collega Matthias Aebischer (PS/BE) ha invece criticato la decisione accusando Rutz di voler "piegare con il piede di porco" le maggioranze popolari, in particolare dal momento che il canone radiotelevisivo per le compagnie è stato accettato all'urna solo nel 2015.. Ora la palla passa al Consiglio degli Stati. La sua commissione ha già chiaramente rifiutato l'iniziativa.

Guarda anche 

Il Patto ONU per la migrazione rimane sospeso per almeno un'altro anno

Il Parlamento ha deciso di non entrare in materia sul patto ONU per la migrazione dell'ONU, almeno per il momento. Martedì, il Consiglio nazionale ha seguito i...
14.09.2021
Svizzera

Bocciato il pedaggio per stranieri al San Gottardo: "Sarebbe discriminatorio"

Il pedaggio del Brennero costa 9,50 euro sola andata. Quello dell’Arlberg 11 euro. Nel San Gottardo, invece, gli automobilisti del mondo intero potranno continuare ...
18.06.2021
Svizzera

I parlamentari a Berna dovranno rivelare le loro nazionalità. Greta Gysin è contrariata

Con 115 voti contro 64, il Consiglio nazionale ha approvato ieri una modifica dell’ordinanza sull’amministrazione del parlamento, che prevede che in futuro i ...
11.06.2021
Svizzera

L'ex direttore della SSR si mette a salvare migranti

Roger de Weck, direttore generale della SSR tra il 2011 e il 2017, è entrato a far parte del comitato di SOS Méditerranée Suisse, la sezione elvetica...
27.05.2021
Mondo