Mondo, 02 settembre 2019

Imprenditore olandese torna dalle vacanze e si ritrova l'azienda occupata da decine di migranti

Un imprenditore di Amsterdam, al suo ritorno dalle vacanze estive, si è ritrovato la sua azienda occupata da 40 richiedenti l'asilo. Quando l'uomo li ha intimato di andarsene perchè risiedevano illegalmente in una sua proprietà questi si sono rifiutati di andarsene. Solo dopo che è scoppiato un caso mediatico le autorità hanno provveduto a liberare gli spazi occupati, per motivi di “abitabilità”.

L'imprenditore olandese Salih Ozcan era appena tornato dalle vacanze quando, a fine agosto, ha scoperto che la sua azienda era occupata da un gruppo di migrante, nel quartiere Westpoort di Amsterdam. Non riuscendo a liberare la sua proprietà e di fronte al disinteresse delle autorità, Ozcan si è rivolto all'emittente locale AT5 e la vicenda dello sfortunato imprenditore è diventata di dominio pubblico.

Nel servizio pubblicato da AT5 si vede Ozcan mostare lo stato di degrado in cui la sua proprietà si trova da quando è stata occupata dai migranti.

Prima mostra al cameraman alcuni mucchi di immondizia posti all'ingresso dello stabile. “Qui è tutto troppo pazzo per descriverlo a parole. Solo ratti e topi si possono trovare a casa qui.”

In seguito il servizio mostra Ozcan affrontare alcuni dei migranti che occupano la sua proprietà. Alcuni
gli rispondono arrabbiati e uno di loro minaccia addirittura di chiamare la polizia.

"Devo lasciare la mia proprietà?" rispose Ozcan con orrore. Alla fine, ha rinunciato a cercare di mandare via gli occupanti abusivi e lasciato i locali dell'edificio prima che la situazione degenerasse.

"È una brutta sensazione. Non ho parole per farlo ", ha detto Ozcan, aggiungendo" Riesco a capire un po 'quelle persone, ma non mi capiscono affatto. Incredibile che questo è possibile in un paese del genere".

La polizia locale da parte sua ha dichiarato di non poter ancora rispondere specificamente al caso, ma che non avrebbe affrontato il problema come se fosse urgente. Nel servizio si menziona come, solitamente, in questi casi un proprietario deve aspettare circa 6 settimana prima le autorità provvedano a sgomberare dei locali occupati abusivamente.

In questo caso però, qualche giorno dopo la messa in onda del servizio, le autorità si attivate sgomberando i migranti abusivi dalla proprietà di Ozcan, citando quale motivo, forse per giustificare l'urgenza, problemi di abitabilità per l'edificio occupato.

Il servizio, in olandese, è disponibile qui.

Guarda anche 

Il Consiglio federale vuole far inscrivere i rifugiati ucraini alla disoccupazione

Il Consiglio federale si è posto l'obbiettivo di raggiungere un tasso occupazione del 40% per i beneficiari dello statuto S entro la fine dell'anno. Un obb...
09.05.2024
Svizzera

La polizia sgombera i manifestanti pro-Palestina dai politecnici di Zurigo e Losanna

Dopo cinque giorni, l'occupazione dell'Università di Losanna da parte di manifestanti filo-palestinesi è stata emulata martedì da studenti de...
08.05.2024
Svizzera

Violenti scontri all'Aia a margine di un incontro tra eritrei

Sabato sera all'Aia si sono verificati gravi scontri tra un gruppo di eritrei e la polizia. Come ha riportato il quotidiano olandese “De Telegraaf”, ci s...
18.02.2024
Mondo

Netto aumento della disoccupazione dallo scorso anno

Alla fine di gennaio 2024 la Svizzera contava 12'400 disoccupati in più rispetto alla fine di gennaio 2023. È quanto mostrano i dati pubblicati dalla Se...
11.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto